BUONISSIMO
Seguici

Pigna di Pasqua

Volete realizzare un dolce di Pasqua tradizionale ma non troppo elaborato? Allora siete nel posto giusto: di seguito vi proponiamo la ricetta della Pigna di Pasqua. Il nome probabilmente non vi dirà molto perché ogni regione italiana ha un appellativo diverso per definirla: si tratta infatti della famosa ciambella glassata che solitamente si prepara nella settimana che precede Pasqua e che si conserva benissimo per molti giorni. Un dolce zuccherato ma non troppo, che per tradizione si mangia a colazione durante le feste pasquali.

Questo dolce è conosciuto come Casatiello dolce a Napoli, come Pigna in Friuli-Venezia Giulia, come Crescia nelle Marche e Schiacciata di Pasqua in Toscana, nel basso Lazio e in Irpinia. In alcune regioni il dolce viene fatto in uno stampo a ciambella, in altre la forma è intera. Quella che proponiamo di seguito è proprio la versione della Pigna di Pasqua che si fa nell’avellinese: una ciambella lievitata e aromatizzata con liquore e limone. Per realizzarla, dunque, vi servirà uno stampo di circa 26-28 cm di diametro.

Vota:
CHE VOTO DAI?
Grazie per aver votato!
Pigna di Pasqua
  • DIFFICOLTÀ: Media
  • ABBINAMENTO: Moscato di Terracina DOC
  • COSTO: Medio
  • CUCINA REGIONALE: -
  • DOSI PER: 4 Persone
  • CALORIE: -
  • TEMPO: 15 min di preparazione 1h di cottura

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

Per l'impasto Per la glassa

Preparazione

  1. Zucchero e uova

    In una ciotola lavorate lo zucchero con le cinque uova intere fino a quando il composto non risulterà gonfio e spumoso. Aggiungete, poi, il succo di limone, la buccia di limone grattugiata, la bacca di vaniglia e l'acqua.

  2. Composto per dolce

    Continuate a mescolare, poi aggiungete l'olio, i liquori, il lievito, la farina 00 e la farina Manitoba. Quando il composto sarà omogeneo versatelo in uno stampo da ciambella imburrato e infarinato.

  3. Pigna di Pasqua appena sfornata

    Infornate il vostro dolce in forno già caldo a 180° C per circa 60 minuti. Controllatelo di tanto in tanto: il dolce non dovrà infatti risultare troppo secco. Appena pronto, sfornate e lasciatelo raffreddare.

  4. Pigna di Pasqua glassata

    Preparate ora la glassa per la decorazione lavorando l'albume con lo zucchero fino a ottenere un composto liscio e cremoso, poi decorate la superficie con la glassa e cospargete con confettini colorati.

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Condividi
Annulla