BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Lievito istantaneo per dolci

Utilizzato per soffici torte e biscotti in pasticceria, il lievito istantaneo per dolci può anche essere sostituito con valide varianti naturali. Vediamo insieme come sostituire il lievito istantaneo per dolci e cosa contiene una bustina da 16 grammi: scopriamo insieme le sue caratteristiche principali

Lievito istantaneo per dolci, caratteristiche principali

Il lievito istantaneo per dolci è utilizzato in pasticceria per la preparazione di masse montate. Il suo funzionamento si basa su una reazione chimica acido-base dei suoi ingredienti, tramite la quale avviene lo sviluppo di anidride carbonica che spinge in altro l’impasto per farlo lievitare e conferendo la corretta sofficità al dolce. Non si deve confondere con il lievito di birra che invece si utilizza per i lievitati come il pane, la pizza, i dolci lievitati e le brioches. Il lievito istantaneo non richiede tempi di lievitazione, poiché questo processo avviene direttamente dentro il forno. Solitamente, si aggiunge agli ingredienti in polvere e si mescola per evitare la formazione di grumi.

Lievito istantaneo per dolci, valori nutrizionali

Nella bustina da 16 grammi che si trova comunemente sugli scaffali dei supermercati, sono presenti difosfati, carbonati di sodio, amidi e aroma di vaniglia, che però non è presente in tutte le preparazioni. Col tempo, infatti, i produttori hanno preso l’abitudine di lasciare la polvere lievitante completamente al naturale, in modo che chi prepara il dolce possa scegliere i suoi aromi preferiti in completa libertà. Per 100 grammi di prodotto, si contano 16 kcal.

Lievito istantaneo per dolci, usi in cucina

Esistono tanti modi per sostituire il lievito per dolci, a cominciare dalla soluzione più semplice. Si parte dal bicarbonato, vero alleato delle torte alte e soffici, al quale viene aggiunta un parte acida che solitamente è costituita da succo di limone (o aceto bianco, a seconda dei gusti). Perché questa variante sia efficace, occorre tenere conto del tempo: il preparato va infatti aggiunto all’impasto e mescolato rapidamente, per poi essere infornato. In alternativa, si può usare il cremor tartaro, un lievito naturale a base di bitartrato di potassio che necessita un’aggiunta di bicarbonato, e l’ammoniaca per dolci, sicura al 100%  e con un odore forte che però evapora in cottura. Per dolci alti e soffici, sono indicati anche gli albumi montati a neve.

  1. Torta Nutella e panna
  2. Ciambellone integrale allo yogurt
  3. Ricetta Ciambella marmorizzata
  4. Ceppo di Natale
  5. Muffins ai mirtilli
  6. Frittelle di riso San Giuseppe
  7. Ricetta Torta cookies
  8. Castagnole di carnevale con ricotta
  9. Ciambellone senza uovo e burro
  10. Lebkuchen

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963