BUONISSIMO
Seguici

Frittatine di pasta e patate alla napoletana

Le frittatine di pasta e patate rappresentano da sempre un grande classico dello street food partenopeo e, in particolare nella città di Napoli, sono vendute in ogni friggitoria o rosticceria che si rispetti. Perfette come antipasto o come spuntino di metà giornata, questa tipologia di frittatine nasconde origini povere: venivano infatti utilizzate per riciclare gli avanzi di pasta e del frigorifero, eppure in breve tempo la loro golosità e la semplicità nel cucinarle le hanno rese uno tra i piatti più famosi e richiesti dei nostri giorni.

Solitamente vengono preparate con pasta di formato lungo – spaghetti o bucatini – alla quale si aggiungono patate, scamorza, parmigiano e pepe, poi vengono impanate e fritte. Oggi, però, oltre alla versione classica (con besciamella, carne macinata, piselli e mozzarella) è possibile trovare anche declinazioni differenti, come ad esempio la frittatina alla genovese o quella con salsicce e friarielli. Il risultato? Croccante fuori e cremosa al suo interno, questo street food è in grado di rallegrare qualsiasi giornata storta!

Noi vogliamo presentarvi una variante composta da una squisita pasta e patate: basterà lasciarla raffreddare e poi procedere con la realizzazione delle frittatine vere e proprie. Bene, se vi è venuto appetito, seguiteci: vi guideremo passo passo!

Vota:
CHE VOTO DAI?
Grazie per aver votato!
Frittatine di pasta e patate alla napoletana
  • DIFFICOLTÀ: Facile
  • ABBINAMENTO: Cannonau di Sardegna DOC Rosato
  • COSTO: Economico
  • CUCINA REGIONALE: -
  • DOSI PER: 4 Persone
  • CALORIE: -
  • TEMPO: 1h di preparazione 2h di 15 min di cottura

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

Per la pasta Per la pastella

Preparazione

  1. soffritto

    Tagliate le patate a dadini, così da velocizzarne i tempi di cottura, poi preparate un trito con cipolla, sedano e carota e fatelo dorare in una pentola a bordi alti con dell'olio. Aggiungete le patate, fatele rosolare per qualche minuto, poi copritele con acqua e fate cuocere almeno 25 minuti.

  2. tagliatelle

    Versate la pasta nella pentola e portate a ebollizione, eventualmente aggiungendo di tanto in tanto alcuni mestoli d'acqua. Attenzione alle quantità, però: troppa acqua non servirà, dato che il risultato finale non deve essere troppo liquido!

  3. scamorza e parmigiano

    Appena la pasta è al dente e il brodo si sarà ritirato spegnete il fuoco, aggiustate di sale e inserite la scamorza a pezzetti e il parmigiano grattugiato.

  4. pasta in teglia

    Versate il composto in una teglia (che non dovrà essere eccessivamente grande: lo strato di pasta dovrà infatti essere alto circa 3 cm) e lasciatelo raffreddare. Ora, aiutandovi con il coppapasta, create delle formine utilizzando tutto il contenuto presente all'interno della teglia.

  5. pastella

    È arrivato il momento di preparare la pastella utilizzando farina, sale, pepe e acqua (ricordate di mescolare con cura, in modo da non creare grumi).

  6. frittatine di pasta

    Passate le frittatine nella pastella (una alla volta e facendo attenzione a ricoprirle interamente) e friggetele in olio di semi (o olio extravergine di oliva) ben caldo, facendole dorare in maniera uniforme. Et voilà, il piatto è pronto: vi basterà lasciarlo scolare su alcuni fogli di carta da cucina e servirlo ancora ben caldo!

Consigli

Potrà esservi utile un coppapasta (misure consigliate: 8 cm).

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Condividi
Annulla