BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Pepe

Considerato il re delle spezie e conosciuto sin dall'antichità, il pepe è il frutto di una pianta, usato come ingrediente indispensabile in tante ricette Pepe

Il pepe è il frutto di una pianta delle famiglia delle Piperacee (Piper nigrum) originario dell’India meridionale. Considerato il re delle spezie (nell’antica Roma ne bastava un pugno per comprare la libertà di uno schiavo), è utilizzato soprattutto in cucina, grazie al suo aroma e al gusto intenso, e in ambito curativo per via della presenza della piperina.

Pepe, proprietà principali

Un chicco di pepe contiene terpeni, steroidi, lignani e flavoni, sostanze volatili responsabili dell’aroma della spezia e principali componenti dell’olio essenziale. La piperina in particolare è un alcaloide ed è universalmente riconosciuto come il responsabile del gusto piccante del pepe con un contenuto dal 2 al 7% del peso secco della drupa. Il pepe nero è una delle tre spezie che compongono il “Trikatu” (le altre sono zafferano e pepe lungo) utilizzato per favorire la digestione e stimolare il metabolismo. Fra i vari tipi di pepe citiamo il pepe nero, il pepe bianco, il pepe rosa, ma anche il pepe di Sichuan, il pepe di Timut, il pepe della Tasmania, il pepe del Madagascar, il pepe di Cubebe, il pepe della Giamaica e il pepe di Kampot.

Pepe, valori nutrizionali

100 grammi di pepe apportano circa 15 Kcal, quasi tutte dovute ai carboidrati presenti, intorno ai 4 grammi. I grassi sono quasi assenti (0,2 g) mentre le proteine sono scarse (0,7 g). Abbastanza elevato il contenuto di vitamina K, intorno al 12% del fabbisogno giornaliero, apprezzabile quello di vitamina C mentre è rilevante il contenuto di manganese, ferro, rame e calcio. Accanto alla piperina, nel pepe troviamo un gran numero di sostanze con rilevante attività antiossidante. In condizioni di stress ossidativo, pepe nero e piperina possono ridurre in maniera importante il danno causato dall’accumulo di radicali liberi, stimolando anche l’azione degli enzimi ad azione antiossidante.

Pepe, benefici e controindicazioni

La piperina, l’alcaloide contenuto nel pepe, rende la spezia corroborante e tonica stimolando la secrezione di succhi gastrici così da facilitare il processo digestivo e agevolare l’assorbimento dei nutrienti. Ha proprietà antisettiche e afrodisiache, è prezioso per combattere la depressione poiché stimola la produzione di endorfine nel cervello e agisce come un antidepressivo naturale.
Essendo una spezia piccante che stimola la secrezione gastrica, è sconsigliato per chi soffre di reflusso gastroesofageo.

  1. Tagliatelle con tartufo, gamberi e panna
  2. Stuzzichini di pasta sfoglia e tonno
  3. Risotto con scalogno e formaggio morbido
  4. Polpette di tonno e patate senza cottura
  5. Ricetta muffin salati con mozzarella e friarielli
  6. Insalata di farro con zucchine e gamberetti
  7. Frittata prosciutto e pomodoro
  8. Filetti di orata all'arancia e zafferano
  9. Fichi ripieni di formaggio e prosciutto crudo
  10. Cornetti salati alla crema di mortadella

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963