BUONISSIMO
Seguici

Panpepato

Il panpepato è un dolce tipico del periodo di Natale che si prepara nel centro e nel nord dell’Italia a partire addirittura dal XV secolo. La sua paternità è rivendicata con forza dall’Umbria, anche se è sempre in corso una disputa con Ferrara. Il nome, invece, deriva dal fatto che è ricco di spezie. Il panpepato viene cucinato mescolando miele e zucchero con l’aggiunta di bicarbonato, semi di anice, mandorle e molti altri ingredienti prima della cottura in forno. Scopri tutti i passaggi per preparare la nostra ricetta del panpepato.

Vota:
CHE VOTO DAI?
Grazie per aver votato!
Panpepato
  • DIFFICOLTÀ: Facile
  • ABBINAMENTO: Albana di Romagna Passito DOCG
  • COSTO: Economico
  • CUCINA REGIONALE: Umbria
  • DOSI PER: 6 Persone
  • CALORIE: 659 kcal
  • TEMPO: 25 min di preparazione45 min di cottura
Info nutrizionali
PER PORZIONE
Energia 659 kcal
Carboidrati 87,4 g
di cui zuccheri 52,7 g
Proteine 9,5 g
Grassi 32,7 g
di cui saturi 11,3 g
Fibre 5 g

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

Preparazione

  1. Panpepato

    Mettete in una terrina il miele, lo zucchero, il bicarbonato e l'anice e versatevi sopra l'acqua bollente continuando a rigirare.

  2. Panpepato

    Unite poco per volta la farina facendola scendere lentamente a pioggia e lavorate energicamente il composto con un cucchiaio di legno.

  3. Panpepato

    Strizzate l'uva passa e aggiungetela al composto con le mandorle, i pinoli, il cedro, il cioccolato a pezzetti, una presa di cannella in polvere, il coriandolo, il pepe e un pizzico di sale.

  4. Panpepato

    Imburrate una tortiera del diametro di 20 cm e versate il composto, livellandone la superficie sulla quale distribuire l'arancia candita.

  5. Panpepato

    Passate in forno già caldo a 190 °C e lasciate cuocere il dolce fino a quando diventerà di un bel colore dorato scuro.

  6. Panpepato

    Estraetelo dalla tortiera e quindi lasciatelo raffreddare completamente, prima di servirlo in tavola.

Domande frequenti

Come lucidare il panpepato?

Prima di mettere il dolce in forno, si può lucidare la pagnotta spennellandolo con il miele dalla avanzato.

Come conservare il panpepato?

Il panpepato può essere conservato in un luogo fresco e asciutto all'interno della tortiera stessa, in una scatola di latta o avvolto nella carta stagnola per un paio di giorni.

Chi ha inventato il panpepato?

Secondo la leggenda il panpepato è stato inventato da una suora, preoccupata per le condizioni di salute dei senesi durante l'assedio dei fiorentini, che causò la caduta della Repubblica di Siena. Questa pietanza assunse la funzione di “cibo d'emergenza”.

Perché si chiama "panpepato"?

Perché nell'acqua che si usa per l'impasto, vengono messi a macerare i chicchi di pepe.

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Condividi
Annulla