BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Lardo

Il lardo è un alimento estremamente aromatico che arricchisce di sapore ogni piatto in cui viene inserito, purtroppo ricco di grassi saturi e colesterolo. Conosciamo meglio le sue caratteristiche. Lardo

Lardo, proprietà principali

Il lardo è un alimento che nasce della salagione, aromatizzazione e stagionatura del grasso sottocutaneo del collo, dal dorso e dai fianchi del maiale, dove è presente in uno strato più spesso. Ne esistono diverse varietà che differiscono le une dalle altre per i differenti spezie, erbe aromatiche e metodi di produzione. Le più famose sono senza dubbio il lardo di Colonnata, prodotto in Toscana, e quello d’Arnad, realizzato in Val d’Aosta con animali che possono provenire anche da Piemonte, Lombardia, Veneto e Emilia Romagna. Meno usato in cucina rispetto al passato, viene impiegato per insaporire crostini e patatepolenta, focacce e zuppe di cereali, fagioli e lenticchie.

Lardo, valori nutrizionali

Il lardo fornisce 902 calorie ogni 100 g. È formato esclusivamente lipidi, con un contenuto di grassi saturi di oltre 39 g e uno di grassi insaturi che sfiora i 56 g in totale, oltre al colesterolo, presente con circa 95 mm. Sono pressoché assenti vitamine e sali minerali, fatta eccezione per il sodio.

Lardo, benefici e controindicazioni

Il lardo è senza dubbio un ottimo fornitore di energia, che deve essere utilizzato con moderazione e in alternanza con altri condimenti. Il fatto positivo è che se ne deve utilizzare un quantitativo inferiore grazie all’aroma intenso. Assolutamente da evitare in caso di obesità, colesterolo alto e problemi all’apparato digerente.

 

LEGGI TUTTO
  1. Vitello in agrodolce
  2. Ragù balsamico
  3. Riso alla veneziana
  4. Maiale in saor
  5. Rigatoni imbottiti
  6. Imbrecciata
  7. Ragù di manzo alla napoletana
  8. Pasta e patate alla napoletana
  9. Risotto alla sarda
  10. Virtù

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963