BUONISSIMO
Seguici

Olive all’ascolana

Pare che anche il leggendario eroe dei due mondi, Giuseppe Garibaldi, colpito dalla bontà ineguagliabile di questo capolavoro dello street food marchigiano, decise di coltivare la tipologia di olive nel suo ritiro a Caprera. Così da riuscire a prepararsele da sé. Una pepita dal color dell’oro che schiude a una farcia dai sapori intensi ed equilibrati pur contenendo la polpa di manzo, maiale e pollo.

CHE VOTO DAI?
5 Grazie per aver votato!
  • DIFFICOLTÀ: MEDIA
  • VINO: -
  • DOSI: 20
  • CUCINA REGIONALE: MARCHE
  • TEMPO: 40 min di preparazione 1h 10 min di riposo20 min di cottura
  • COSTO: BASSO

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

Per il ripieno Per la panatura Per friggere

Preparazione

  1. 001

    Taglia e riduci a pezzettini sedano, carota e cipolla.

  2. 002

    Taglia a cubetti piccoli le carni di manzo, maiale e pollo.

  3. 003

    Scalda una padella con un paio di giri d’olio extravergine e inizia a soffriggere, a fiamma vivace, prima le verdure, poi le carni. Rosola ben bene gli ingredienti. Regola di sale.

  4. 004

    Versa il vino bianco e sfuma a fiamma media. Copri con un coperchio, termina la cottura e metti da parte a raffreddarsi.

  5. 005

    Lascia passare 10 minuti e versa carni e verdurine rosolate in una ciotola. In un mortaio, pesta i chiodi di garofano, unisci una grattugiata di noce moscata e metti da parte.

  6. 006

    Trasferisci carne e verdurine in un mixer e tritali. Versa il composto in una ciotola e aggiungi il macinato di chiodi di garofano e noce moscata, la scorza di limone, l’uovo, il parmigiano e la mollica di pane sbriciolata.

  7. 007

    Impasta il tutto con le mani, fino a ottenere un panetto compatto e abbastanza soffice. Coprilo con una pellicola trasparente e lascialo riposare per almeno 30 minuti.

  8. 008

    Nel frattempo, monda le olive, tagliandole a spirale in maniera continua e circolare (intorno all’oliva).

  9. 009

    Riprendi l’impasto e inizia a farcire le olive mondate, facendo riprendere loro la forma originale.

  10. 010

    Adesso “vesti” l’oliva. Disponi in tre ciotole diverse, il pangrattato, la farina e le due uova sbattute. Prendi la prima oliva ripiena, passala nella farina, poi nell’uovo, quindi nel pangrattato e sistemala su un piatto. Ripeti l’operazione per tutte le olive e lasciale riposare in fresco per 30 minuti. Quindi, ripassale una seconda volta.

  11. 011

    È tempo di frittura! In una pentola dai bordi alti, scalda tre dita d’olio extravergine di oliva, poi inizia a immergere le olive. Quando raggiungono il caratteristico colore dorato, toglile con una schiumarola. Adagiale su un piatto con una carta assorbente. Portale in tavola ancora calde.

Consigli

Per denocciolare le olive al meglio, usa un coltellino da cucina con la lama affilata e liscia.

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963