BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Chiodi di garofano

Spezia ricca di proprietà e largamente utilizzata in cucina, i chiodi di garofano sono un ingrediente indispensabile per moltissimi piatti Chiodi di garofano

I chiodi di garofano sono una spezia aromatica caratterizzata da un profumo intenso e dolce con una punta pepata. Per essere precisi sono chiamati così i boccioli essiccati di un albero sempreverde della famiglia delle Myrtaceae originario delle Molucche (Indonesia), lo Syzygium aromaticum. La pianta viene coltivata in Africa orientale e Antille, ma soprattutto nello Zanzibar, maggiore produttrice mondiale di questa spezia.

Chiodi di garofano, proprietà principali

I chiodi di garofano sono caratterizzati dalla presenza dell’eugenolo, una sostanza che regala alla spezia il suo caratteristico gusto e aroma sono molto apprezzati nelle ricette dolci come in quelle salate. Non a caso vengono usati per aromatizzare vini e liquori, ma anche panpepati, biscotti, creme, dolci e frutta cotta. Accompagnano la carne e aggiungono gusto alle minestre e alle zuppe. Sono ottimi inoltre per i formaggi stagionati e le verdure dolci come cipolle e carote.

Chiodi di garofano, valori nutrizionali

Mediamente 100 grammi di chiodi di garofano contengono 274 Kcal. Ma questa spezia contiene anche una moderata quantità di zuccheri (2,38 grammi), grassi pari a 13 grammi e fibra alimentare per ben 33,9 grammi. Non manca una percentuale di sodio (277 milligrammi), proteine (5,97 grammi) e per finire una generosa dose di carboidrati (65,53 grammi).

Chiodi di garofano, benefici e controindicazioni

I chiodi di garofano sono ricchissimi di sali minerali (soprattutto potassio, magnesio e ferro, ma anche sodio e fosforo) per questo hanno rilevanti proprietà antinfiammatorie. Sono utilizzati, ad esempio, nel trattamento delle malattie odontostomatologiche e contribuiscono ad alleviare dolori muscolari e reumatismi. Combattono le infezioni urinarie e sono antibatterici, attenuando problemi digestivi come aerofagia e gonfiore addominale. Se utilizzato in modo corretto e nelle giuste quantità, il prodotto non ha delle particolari controindicazioni. Bisognerebbe però fare particolare attenzione se lo si utilizza molto concentrato in quanto potrebbe causare irritazioni e micosi oppure delle dermatiti da contatto in caso di allergia.

LEGGI TUTTO
  1. Capriolo in umido
  2. Vin brulé
  3. Torta olandese di mele
  4. Torta con frutta e spezie
  5. Ciambella all’arancia e yogurt
  6. Budino di riso al vino rosso
  7. Budino falso vegan
  8. Ananas alla fiamma
  9. Polpette al sugo con purè
  10. Mele caramellate

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963