BUONISSIMO
Seguici

Crescentine fritte

Le crescentine fritte sono un piatto della tradizione emiliana, originarie di Modena. Si mangiano accompagnate da salumi e formaggi, sono piuttosto simili allo gnocco fritto, ma non sono da non confondere invece con le tigelle. Un nome che dice già tutto della loro preparazione, che rimanda subito alla crescita dell’impasto durante la lievitazione, perché di fatto si tratta di semplice pasta lievitata.

Anche a Bologna e provincia, la “crescentina fritta” regna sovrana. A differenza della ricetta dello gnocco fritto modenese o reggiano, questa preparazione prevede come ingredienti anche il lievito, olio extravergine, acqua tiepida e latte intero. Si taglia l’impasto a losanghe, non troppo grandi, per poi friggerle nell’olio o se si preferisce nello strutto. Il risultato? Una specialità quadrangolare soffice e con rigonfiamenti circolari, caratteristici, dovuti alle bolle d’aria che si creano durante la frittura.

Crescentine fritte VAI ALLA RICETTA PER IMMAGINI
  • DIFFICOLTÀ: BASSA
  • VINO: -
  • DOSI: 4
  • CUCINA REGIONALE: EMILIA-ROMAGNA
  • TEMPO: 15 min di preparazione 1h di lievitazione20 min di cottura
  • COSTO: BASSO

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

  • Farina 00 250 g
  • Sale 1 pizzico
  • Latte 50 ml
  • Acqua 50 ml
  • Lievito di birra 1 dado (12,5 g)
  • Olio di oliva extravergine 2 cucchiai
  • Olio per friggere q.b.

Preparazione

  1. Crescentine fritte

    In una terrina versate la farina, setacciandola piano piano per evitare grumi e mescolatela accuratamente con il sale.

  2. Crescentine fritte

    A parte, unite acqua e latte in un pentolino e fateli cuocere a fuoco basso per qualche minuto. Una volta raggiunta la giusta temperatura (basta che diventi caldo), lasciate intiepidire fuori dal fuoco. Poi, aggiungete il lievito e fatelo sciogliere. Incorporate quindi questo composto alla farina, un po’ alla volta, insieme all'olio extravergine d’oliva.

  3. Crescentine fritte

    Lavorate a lungo il composto fino a ottenere un impasto morbido ed elastico che lascerete lievitare in una ciotola coperta con della pellicola da cucina, in un posto caldo e asciutto. Fate riposare per almeno un'ora.

  4. Crescentine fritte

    Trascorso il tempo, stendete la pasta sul ripiano della cucina, dandole uno spessore di non più di mezzo centimetro, per poi tagliarla a riquadri. Scaldate dell’olio (abbondante) in una padella e friggete le crescentine. L’olio deve essere estremamente caldo: solo questo vi garantisce una frittura dorata e croccante. Friggetele per circa venti minuti: ricordate però di girarle a metà cottura, per fare in modo che la doratura sia uniforme da entrambi i lati.

  5. Crescentine fritte

    Una volta dorate, scolate le crescentine e ponetele su un foglio di carta da cucina per eliminare l'olio in eccesso. Se necessario tamponatele ulteriormente. Infine, servitele tiepide accompagnandole con affettati o formaggi.

Consigli

In questa ricetta abbiamo sostituito lo strutto previsto dalla ricetta originale con olio extravergine d'oliva, per rendere la preparazione più leggera, ma se non avete problemi al posto dell'olio utilizzate tranquillamente 25 grammi di strutto da impastare con la farina.

VAI ALLA RICETTA PER IMMAGINI

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963