BUONISSIMO
Seguici

Arrosto morto

L’arrosto morto viene preparato legando con lo spago la carne mentre triterete insieme gli aghi di rosmarino con gli spicchi d’aglio per mescolare il tutto con sale e pepe. Scopriamo come realizzarlo in pochi passaggi.

Vota:
CHE VOTO DAI?
Grazie per aver votato!
Arrosto morto
  • DIFFICOLTÀ: Media
  • ABBINAMENTO: Chianti Classico DOCG
  • COSTO: Medio
  • CUCINA REGIONALE: Toscana
  • DOSI PER: 6 Persone
  • CALORIE: -
  • TEMPO: 2h 30 min di preparazione

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

Preparazione

  1. Arrosto morto

    Legate (se necessario) con lo spago da cucina il pezzo di carne di manzo. Se preferite potete usare anche il vitello o il maiale, l'importante è che siano carni magre. Tagliate a dadini il grasso di prosciutto.

  2. Arrosto morto

    Tritate finemente insieme gli aghi di un rametto di rosmarino e 3 spicchi di aglio, poi mescolateli con un pizzico di sale e pepe. Steccate la carne con un po' del trito di aglio e rosmarino; cospargete e sfregate sulla superficie il resto. Se è carne magra, lardellatela con i dadini di grasso.

  3. Arrosto morto

    Accomodate la carne sul fondo di un tegame abbastanza alto e in grado di contenerla di misura. Ungete con l'olio l'arrosto, servendovi del rametto di rosmarino rimasto che lascerete nel tegame, aggiungete l'olio avanzato e lo spicchio di aglio rimasto. Fate rosolare la carne a fiamma quasi impercettibile e a recipiente semicoperto; salate e pepate.

  4. Arrosto morto

    Rigirate spesso la carne per farla rosolare uniformemente in superficie. Proseguite la cottura per 2 ore, versando man mano il brodo. A fine cottura la carne dovrà essere morbida e il sugo molto concentrato. Fate riposare per 20 minuti prima di affettare. Potete servire l'arrosto morto con una purea di mele renette.

Domande frequenti

Come si taglia l'arrosto morto?

Consigliamo di tagliare l'arrosto con un coltello affilato in modo trasversale rispetto alla fibra della carne.

Perché si dice "arrosto morto"?

Deriva dal metodo di cottura che si serve di una pentola che indica appunto la "bara" sulla quale si adagia il pezzo di arrosto durante la cottura senza umido.

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963