Buonissimo
Seguici

Ricette con Limoni

Che si tratti del succo o della scorza, il limone è un agrume utilizzato in numerosissime ricette, dagli antipasti ai primi fino ai secondi e ai dessert. Scopriamo meglio le sue caratteristiche. Su un tavolo di legno e tra foglie di menta, limoni dal colore giallo brillante e dalla buccia levigata; alcuni sono tagliati a metà

Limone, proprietà principali

Il limone è un agrume derivato dall’incrocio di cedro e l’arancio amaro. Si tratta di un albero alto dai 3 ai 6 m che ama la luce diretta del sole e teme le gelate, con fiori bianchi e violetti che si trasformano in frutti ovali leggermente schiacciati alle estremità; la buccia è di colore giallo brillante, liscia o ruvida a seconda delle varietà. Il periodo di massima produzione si protrae da settembre alla fine dell’inverno, anche se la pianta rifiorisce nel corso dell’anno. Le origini sono incerte, ma è molto probabile che i primi limoni vengano dalla Cina; oggi sono coltivati in numerosi Paesi del mondo, dall’Europa all’Asia fino all’Australia e all’America; in Italia i più noti sono i limoni di Sicilia. Del limone non si spreca nulla: la scorza è impiegata per aromatizzare dolci e preparazioni a base di carne o pesce, i semi per ricavarne un olio essenziale usato in cucina e nella preparazione di detersivi, il succo per un’infinità di ricette, dagli antipasti ai primi fino ai secondi e ai dessert, oltre a bibite e liquori come il celebre limoncello.

Limone, valori nutrizionali

Il limone fornisce 11 calorie ogni 100 g. Contiene perlopiù acqua e carboidrati, non solo zuccheri, e una minima parte di proteinefibre. Tra le vitamine sono è rappresentata la C, ma anche quelle del gruppo B e i folati, mentre tra i sali minerali ricordiamo buone quantità di potassio, calcio, fosforo, sodio e ferro.

Limone, benefici e controindicazioni

Il limone ha numerosissime proprietà curative. Innanzitutto tonifica l’organismo ed  equilibra il metabolismo svolgendo un’azione benefica sull’intero apparato digerente: contrasta le nausee e l’inappetenza, facilita il transito intestinale evitando la fermentazione, è un buon antidiarroico e diuretico e allevia i sintomi dell’epatite. Oltre ad essere amico della pelle contrastando eczemiacne e afte, è un antisettico e battericida utile contro influenzafebbre e bronchiti. Inoltre riduce colesterolo e glicemia aiutando il sistema cardiovascolare. Serve anche contro i calcoli, siano essi renali, biliariurinari. Infine può essere usato in caso di anemie e per contrastare alcuni tumori. Attenzione però perché danneggia lo smalto dei denti.

 

Domande frequenti

Come conservare i limoni?

Se non abbiamo tagliato e iniziato a consumare il limone da conservare, generalmente non deve essere messo in frigorifero. Infatti, si può lasciare fuori dal frigo, in un ambiente fresco dove possa prendere aria. I limoni molto maturi o tagliati, possono essere tagliati a spicchi e congelati oppure conservati in frigo per circa 15 giorni, su piatti in ceramica o in sacchetti sottovuoto con chiusura ermetica.

  1. Pollo al limone e salvia HEALTHY
  2. zuppa cubana
  3. trota al burro
  4. merluzzo al forno
  5. Limoncello fatto in casa
  6. Torta sbrisolona mantovana
  7. ciorba
  8. palombo al limone
  9. pollo capperi limone
  10. wraps

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963