BUONISSIMO
Seguici

Forno microonde: cosa si può cucinare e cosa no

Con il microonde si può cucinare davvero quasi di tutto, eventualmente con qualche piccolo accorgimento. Scopriamo meglio cosa cucinare con il microonde.
 

Forno microonde: cosa si può cucinare e cosa no

E’ possibile cuocere praticamente tutto nel forno microonde tranne uova con il guscio, i fritti o cercare di ottenere una doratura.

  • Riescono perfettamente gli antipasti, specialmente quelli caldi a base di verdura, uova e formaggio.
  • I soffritti, così frequenti nella nostra cucina,  risultano saporiti e leggeri, perché richiedono pochissimo condimento, che non viene assorbito durante la rapida cottura.
  • Anche i sughi e le salse riescono alla perfezione. È meglio cuocerli in recipienti bassi e larghi, senza coperchio per favorire l’evaporazione del liquido.
  • Il tempo di cottura delle minestre asciutte a base di pasta e riso è uguale a quello della cottura tradizionale: il vantaggio della cottura a microonde, in questo caso, è il mantenimento del gusto e dell’integrità nutrizionale degli alimenti.
  • Le minestre in brodo richiedono una quantità inferiore di liquido, perché l’evaporazione è inferiore nel forno a microonde.
  • Bisogna cuocere le verdure fresche con pochissima acqua, perché le microonde sfruttano quella contenuta in esse. La cottura è più veloce e uniforme se si copre il recipiente; il sale, come sempre, va aggiunto solo alla fine, per evitare l’eccessiva disidratazione.
  • Le carni cotte a microonde riducono il proprio volume meno di quelle cotte con sistemi tradizionali, richiedono poco o anche nessun condimento e devono essere coperte perché risultino morbide.
    Prima della cottura le carni devono essere completamente scongelate e ben asciugate.
    Gli arrosti risultano migliori se verranno precedentemente marinati con olio, vino, erbe, oppure leggermente unti con un condimento a piacere.
  • Pollame, coniglio e cacciagione risultano particolarmente teneri e morbidi con la cottura a microonde.
    Per ottenere i migliori risultati bisogna ungere leggermente questi alimenti con un condimento a piacere prima della cottura. Il sugo che perdono va via via scolato.
  • Tutti i pesci, i crostacei e i frutti di mare possono venir cotti a microonde, tranne quando si voglia friggerli; la cottura rapida li rende morbidi e saporiti, e permette di mantenere il loro gusto originale.
    I crostacei, cioè gamberi, scampi, aragoste, devono essere cotti interi nel loro guscio, coprendo il recipiente, sia al naturale sia spruzzati con olio, magari insaporito con spezie. I frutti di mare, ben puliti e lavati, possono essere cotti senza aggiunta di liquido e condimento, coperti, rimescolati e girati a metà cottura.
  • Le uova richiedono una cottura più rapida perché sono molto delicate. Non è possibile preparare a microonde le uova sode e alla coque, perché la velocità di cottura ne provocherebbe lo scoppio.
    Si possono cucinare le uova all’occhio, in camicia, strapazzate, le frittate e le crèpes.
  • I formaggi cuociono perfettamente a microonde in pochi secondi. Si potranno preparare ottime fondute e salse calde da servire con crostini e verdure o come accompagnamento a primi piatti, carni e sformati.
  • La frutta cotta a microonde conserva il suo gusto naturale e delicato. Si cuoce senza aggiunta di acqua: i sapori non si disperdono in un liquido e risultano esaltati, i colori sono inalterati.  La frutta può essere cotta sia intera che a pezzi: questi ultimi dovranno essere tutti della stessa grossezza per avere uniformità di cottura; bisogna sistemare nel recipiente i frutti o i pezzi a corona.
  • Nel forno a microonde si può cuocere anche la frutta secca: prugne, albicocche, pesche, uvetta, senza bisogno di lasciarle a bagno per un’intera notte in acqua calda; sarà sufficiente tenervele per breve tempo, ma si può addirittura cuocerle direttamente, al naturale o aromatizzate con cannella, chiodi di garofano, vaniglia o liquore.
  • Le marmellate e le confetture realizzate con il microonde mantengono inalterati il sapore e il colore della frutta fresca. Si consiglia di usare contenitori piuttosto capienti, in modo che ci sia spazio sufficiente per l’ebollizione.
  • Le bevande si possono preparare con il forno a microonde in pochi secondi in modo economico e conveniente: caffè istantaneo, cioccolata, , camomilla, limonata, tisane.

TUTTO SUL MICROONDE

 

Forno microonde: scheda riepilogativa

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963