BUONISSIMO
Seguici

Tortano

Il tortano è una tipica ricetta pasquale campana che si realizza impastando la farina col lievito e stendendo la pasta ottenuta sulla spianatoia per farcirla con un ripieno di formaggio, uova e salame a pezzetti, verrà poi avvolta su se stessa e cotta in forno. Ecco i passaggi per la ricetta del tortano.

CHE VOTO DAI?
Grazie per aver votato!
Tortano
  • DIFFICOLTÀ: BASSA
  • SI ACCOMPAGNA CON: BIRRA PALE ALE
  • DOSI: 8
  • CUCINA REGIONALE: CAMPANIA
  • TEMPO: 25 min di preparazione 4h di lievitazione 1h 20 min di cottura
  • COSTO: MEDIO

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

Per il ripieno

Preparazione

  1. Tortano

    In un poco di acqua tiepida stemperate i cubetti di lievito, non usare acqua troppo calda per evitare che uccida i fermenti del lievito.

  2. Tortano

    Disporre la farina a fontana ponendo al centro lo strutto, il sale il pepe ed il lievito sciolto nell'acqua e iniziate ad impastare aiutandovi con poca acqua per volta fino ad ottenere un impasto morbido che verrà lavorato ancora per una decina di minuti sbattendolo sul tavolo.

  3. Tortano

    Ponete l'impasto in una terrina coperta da uno straccio da cucina pulito e tenetela in un luogo tiepido e non ventilato lasciando lievitare finché non avrà raddoppiato il proprio volume.

  4. Tortano

    Nel frattempo tagliate tutti i formaggi e il salame a dadini piccoli, tagliate a pezzetti anche le uova sode.

  5. Tortano

    Al termine della lievitazione stendete l'impasto su una spianatoia infarinata ad uno spessore di circa 1 centimetro, disponendo il ripieno su tutta la superficie arrotolando poi la pasta su se stessa quanto più stretto è possibile per evitare bolle d'aria.

  6. Tortano

    Ungere di strutto uno stampo rotondo col buco al centro e disporvi il rotolo di pasta a ciambella, lasciandolo poi coperto a lievitare ulteriormente per almeno 2 ore.

  7. Tortano

    Trascorso il periodo infornare a forno già caldo a 160 °C per i primi 10 minuti e poi a 170-180 °C per l'ora successiva, spegnendo poi il forno e lasciando che il tortano si intiepidisca senza tirarlo fuori. Sformatelo e servitelo tagliato a fette sia tiepido che freddo.

Domande frequenti

Perché si chiama tortano?

Il termine "tortano" potrebbe derivare dall'espressione "torta-no", in riferimento al fatto che il piatto non è una semplice torta, ma è molto di più.

Quando si mangia il tortano?

Il Tortano si mangia il Sabato Santo.

Qual è la differenza tra tortano e casatiello?

Nel tortano l'uovo sodo è presente solo all'interno della farcitura mentre nel casatiello è presente anche come guarnizione.

Come si conserva il tortano?

Il tortano si può conservare fino a 3 giorni chiuso in un sacchetto di plastica per alimenti, in modo che non perda fragranza. Si può anche congelare. Consigliamo di farlo decongelare in frigo e poi riscaldarlo in forno prima di servirlo.

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963