BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Groviera

Il groviera è un antico formaggio vaccino prodotto nell'omonimo cantone svizzero, ottimo degustato da solo e molto usato nella preparazione della fonduta. Conosciamo le sue caratteristiche. Davanti pezzo e fette più sottili di groviera con crosta chiara; sullo sfondo pezzo con scorza più scura; sulla destra coltello con manico in legno

Groviera, proprietà principali

Il groviera, o gruviera, è un formaggio svizzero a pasta dura prodotto nel distretto della Gruyère, nel Canton Friburgo, e contrassegnato dall’apposita marchiatura “Le Gruyère Switzerland”. Si realizza con latte crudo fresco di mucche nutrite con fieno invernale o erba dei pascoli estivi – ne servono ben 400 l per realizzare una forma da circa 35 kg. Si tratta di un formaggio con una stagionatura che va dai 5 ai 12 mesi e spesso confuso con l’Emmental, ma da cui si distingue per la completa assenza di occhiatura al suo interno, forme dalle dimensioni ridotte del diametro di 60-70 cm e altezza di 9-12 cm e il sapore più deciso e leggermente piccante, amarognolo per i pezzi più stagionati. Quando non viene degustato da solo, il principale utilizzo che se ne fa in cucina è nella fonduta.

Groviera, valori nutrizionali

Il groviera fornisce 389 calorie ogni 100 g. Contiene perlopiù grassi, perlopiù saturi e omega-6 – insieme agli omega-3 e al colesterolo -, una buona parte di proteine ad alto valore biologico e una minima parte di carboidrati. Tra le vitamine sono ben rappresentate quelle del gruppo B, ma anche la A, mentre tra i sali minerali ricordiamo buone quantità di calcio, fosforo, sodio e potassio, oltre al magnesio, allo zinco, al ferro e al selenio.

Groviera, benefici e controindicazioni

Il groviera è un’ottima alleata delle ossa, consigliata soprattutto per bambini, donne in gravidanza e anziani che soffrono di osteoporosi. Inoltre è un antinfiammatorio naturale, favorisce la salute del microbioma intestinale, apporta benefici al cuore, agisce contro la malattia coronarica e l’ipertrigliceridemia. Infine contribuisce al funzionamento della segnalazione nervosa, alla contrazione dei muscoli e alla coagulazione del sangue. È invece sconsigliata in caso di ipercolesterolemia e obesità.

 

 

  1. Torta di patate
  2. Torta di Pasqua
  3. Ricetta crostata di carote
  4. Crostata di melanzane e prosciutto
  5. Torta di zucchine e uova di quaglia
  6. Torta salata con zucchine e pancetta
  7. Quiche Lorraine
  8. Antipasto sedano, noci e formaggio
  9. Bocconcini di vitello alla mentuccia
  10. Timballo di maccheroni alla tunisina

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963