BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Castagne

Le castagne sono sinonimo di autunno e le vere regine di numerose ricette regionali che compaiono sulle nostre tavole nei mesi di ottobre e novembre. Conosciamo le caratteristiche di questi frutti. Castagne

Castagne, proprietà principali

Le castagne sono i semi del castagno – un albero più longevo dell’ulivo -, racchiusi fino al raggiungimento della maturità in cupole coperte di aculei, i ricci. Dopo il riposo invernale, il castagno si risveglia verso marzo-aprile per poi iniziare a germogliare e svilupparsi fino a novembre. La raccolta delle castagne avviene alla fine di settembre, prendendo solo i frutti a terra, sparsi o ancora chiusi nei ricci. I frutti delle piante selvatiche hanno forma, dimensioni e sapore molto variabili e sono perfette bollite; quelle provenienti da piante innestate e coltivate – divise in marroni, più grossi e tondi, e castagne domestiche, più piccole e schiacciate – sono ideali per essere arrostite. Interessante ricordare che a seconda delle regioni le castagne cotte si chiamano anseri, caldarroste, caldallesse, succiole e ballotte. Dopo varie lavorazioni, in commercio si trovano anche sotto forma di castagne cotte, castagne essiccate, farina di castagne, crema di marronimarron glaces, mentre tra i piatti della cucina regionale ricordiamo il famoso castagnaccio.

Castagne, valori nutrizionali

Le castagne bollite apportano 120 calorie ogni 100 g, le castagne arrostite 193, le castagne secche 287. I valori nutrizionali sono invece molto simili: le castagne sono costituite perlopiù da carboidrati complessi, ma anche da proteine, lipidi e fibre. Tra i sali minerali ricordiamo una buona dose di potassio, seguito da fosforo, calcio e ferro, Diverse le vitamine del gruppo B.

Castagne, benefici e controindicazioni

Le castagne sono degli ottimi ricostituenti con un buon potere saziante e di facile digeribilità, un vero e proprio energizzante naturale. Sono inoltre utili per il sistema nervoso, in particolare in casi di ansia, stress o depressione. Sono ottime alleate del cuore e della pressione sanguigna, servono a tenere a bada i livelli di colesterolo e a contrastare l’anemia. Infine sono un buon alimento anche per i celiaci e le donne in gravidanza.

Domande frequenti

Come conservare le castagne?

Il modo migliore per conservare le castagne più a lungo possibile è congelarle fresche in freezer. In questo caso, bisogna prima lavarle ed asciugarle e poi procedere praticando un'incisione. Possono essere riposte in appositi sacchetti per freezer e restare congelate per mesi.

  1. Filetto alla Wellington
  2. Purea di castagne
  3. Tacchino ripieno
  4. Tacchinella ripiena con castagne e prugne
  5. Zuppa di ceci e castagne
  6. Cavolini di Bruxelles e castagne allo zenzero
  7. Motsetta valdostana e Lard di Arnad con castagne e miele
  8. Ricetta Rotolo di spinaci e ricotta con castagne e salmone su crema di zucca
  9. Penne funghi e castagne
  10. Castagne al forno

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963