BUONISSIMO
Seguici

Calamari

I calamari sono squisiti molluschi da cucinare farciti o alla piastra, ma anche in sughi per condire pasta o riso. Scopriamo le loro caratteristiche, come acquistare i migliori e come conservarli. Calamari

Calamari, proprietà principali

Il calamaro è un mollusco molto comune sui fondali sabbiosi del Mar Mediterraneo e nell’oceano Atlantico orientale. Ha corpo fusiforme e allungato, ed è rivestito posteriormente da una conchiglia cornea. Perfettamente simmetrico, con due pinne e testa con braccia, possiede 10 tentacoli, di cui 2 più lunghi e ricoperti da ventose. Di colore rossiccio-rosato, con sfumature brune, ha dimensioni in genere comprese tra i 15 e i 30 cm. Come i totani e le seppie, se disturbato si nasconde dietro al caratteristico spruzzo di inchiostro nero.

Tendenzialmente la pesca dei calamari – a traino – avviene tra ottobre e marzo. All’atto dell’acquisto i molluschi devono avere un colore intenso e la parte bianca deve essere brillante, né opaca, né giallognola. Prima di utilizzarli bisogna eviscerati, separare la testa dal corpo e pulire l’interno della sacca e l’osso cartilagine, eliminare gli occhi e la bocca; quindi è possibile conservarli in frigorifero coperti da pellicola alimentare o chiusi in un sacchetto da freezer per 1 o 2 giorni al massimo; se sono molto freschi possono essere congelarli a -18°C, avendo l’accortezza di eliminare quanta più aria possibile dal sacchetto: in tal modo si mantengono per circa 3 mesi.

Calamari, valori nutrizionali

Dal punto di vista nutrizionale il calamaro è un mollusco magro con un discreto contenuto proteico. Inoltre è molto ricco di vitamine -A, B3 e C – e sali minerali, quali sodio, potassio, calcio, iodio, fosforo e magnesio. La parte edibile, che rappresenta circa il 65% del peso, fornisce 68 calorie per 100 g.

Calamari, benefici e controindicazioni

Il consumo di calamari aiuta il buon funzionamento del cuore, delle arterie, delle ossa, dei denti e del metabolismo. Inoltre favorisce le difese antiossidanti. Tuttavia contiene un alto contenuto di colesterolo, motivo per cui conviene moderarne l’assunzione.

 

 

 

LEGGI TUTTO
  1. Calamari affogati al vino bianco
  2. Fettuccine di calamari
  3. Linguine al sugo di pesce
  4. Calamari allo zafferano
  5. Insalata di frutti di mare
  6. Rigatoni calamaro e gamberoni su crema di zucca
  7. Caponata con il pesce
  8. Calamarata
  9. Frittura di calamari
  10. Calamari al forno

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963