BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Acciughe (alici)

Le acciughe, una delle migliori varietà di pesce azzurro: ricco di vitamine, sali minerali e omega-3, dovrebbe comparire settimanalmente sulle nostre tavole. Acciughe (alici)

Acciughe e alici, proprietà principali

Innanzitutto è bene precisare che alici e acciughe appartengono alla stessa specie di pesce azzurro, l’Engraulis Encrasicolus. La differenza sta nel tipo di lavorazione: in genere le alici sono fresche, marinatesott’olio, quasi sempre sfilettate, mentre le acciughe sono intere e messe sotto sale. Quale che sia la denominazione usata, di certo consentono un numero infinito di preparazioni: dalle più semplici – come le acciughe in bagnetto o le acciughe all’aceto – a ricette più elaborate – come il tortino ai carciofi ed acciughe o i fagiolini appetitosi.

Si possono pescare tutto l’anno ma sono particolarmente numerose nei mesi in cui depongono le uova: tra marzo e giugno, e tra settembre e novembre si avvicinano alle coste del Mediterraneo, mentre in inverno preferiscono i profondi fondali. Sono presenti anche nel Mar Cantabrico, nel Mar Nero e nel Mar Morto, nelle acque della Norvegia e del Sudafrica. Le più gustose presentano carne sodaocchi lucidi e prominentibranchie umide e di colore rosso vivo e pelle brillante e senza odore di ammoniaca.

Acciughe e alici, valori nutrizionali

Chiunque segua una dieta onnivora, non dovrebbe escludere dal proprio regime alimentare le acciughe e le alici, pesci azzurri dalle eccellenti proprietà nutrizionali che grazie alla loro versatilità – si trovano fresche, congelate, salate, sott’olio, in salsa, in pasta o concentrato – possono essere inserite facilmente in diverse ricette. Poco caloriche e digeribili, quelle fresche e quelle sotto sale forniscono circa 95 calorie per 100 g di prodotto, contengono indicativamente 17 g di proteine, 1,5 g di carboidrati, pochi grassi – 2,6 g – a fronte di un alto contenuto in vitamine e sali minerali: sono presenti vitamina A, B1, B2, D ed E, selenio, potassio, zinco, calcio, ferro e fosforo. Invece quelle conservate sott’olio hanno valori differenti: forniscono 210 calorie ogni 100 g e contengono circa 29 g di proteine, 0,2 g di carboidrati e 10 g di grassi, calcio, ferro e fosforo. Tutte sono note per la buona quantità di omega-3.

Acciughe e alici, benefici e controindicazioni

Le alici e le acciughe costituiscono un ottimo alleato per la salute del cuore, delle arterie, dei reni, delle ossa e della tiroide; proteggono infatti dall’azione dei radicali liberi, dalle malattie cardiovascolari e dall’ipertensione, contribuendo al buon funzionamento del metabolismo e alla respirazione cellulare. Sono inoltre utili per contrastare le infiammazioni poiché smaltiscono le tossine e tengono sotto controllo trigliceridi e colesterolo. I soggetti con eccesso di acidi urici e gotta dovrebbero limitarne il consumo, così come gli ipertesi dovrebbero evitare quelle sotto sale per l’alto contenuto di sodio.

 

Domande frequenti

Come si puliscono le alici?

Per pulire le alici bisogna rimuovere la testa con un movimento deciso e sfilare le interiora tirando leggermente. Facendo scorrere il dito, si possono poi eliminare anche le eventuali squame. Le alici, quindi, vanno sciacquate per rimuovere gli ultimi residui.

  1. Salsa verde
  2. Riso con tonno e acciughe
  3. Acciughe marinate all'aceto e al vino bianco
  4. Insalata di riso con tonno e pomodorini
  5. Fiori di zucca fritti
  6. Frittura di pesciolini
  7. Fritto misto di pesce
  8. Melanzane al forno
  9. Crostini di crema di tartufo nero ed acciughe
  10. Seppie ripiene

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963