BUONISSIMO
Seguici

Fiocchi d'avena, caratteristiche e ricette

I fiocchi d'avena sono un alimento di origine vegetale a base di cereali, ricavato dall'avena, utilizzato spesso come ingrediente per la colazione.

Fiocchi d'avena, caratteristiche e ricette

I fiocchi d’avena sono un alimento di origine vegetale a base di cereali, ricavato dall’avena. È utilizzato spesso e volentieri come ingrediente per la colazione, ma in realtà per caratteristiche e valori nutrizionali è un alimento completo e dalle notevoli virtù e benefici. E pensare che a lungo in Italia è stato considerato come un cereale buono per gli animali da stalla, in primis i cavalli.

Fiocchi d’avena: come si ottengono

I fiocchi d’avena sono il frutto della lavorazione dell’avena, un cereale dall’involucro piuttosto duro e non commestibile. Una volta eliminate meccanicamente paglia e parti non edibili, il chicco d’avena viene tostato a bassa temperatura ed esposto a vapore, pressato tra i rulli e appiattito. Due le varietà di fiocchi d’avena d’uso comune: quelli dallo spessore di 0,8 millimetri, i più conosciuti, e quelli grandi all’incirca la metà, a cottura istantanea. Riducendo in polvere i fiocchi d’avena si ricava un tipo particolare di farina: la farina d’avena, appunto.

Fiocchi d’avena: proprietà e caratteristiche

I fiocchi d’avena sono un alimento 100% vegan, senza glutine e ricco di nutrienti, ottimo per chi soffre di allergie e intolleranze e molto usato in diversi piani alimentari. Cento grammi di prodotto contengono ben 379 calorie e questo fa dei fiocchi d’avena un vero e proprio carburante naturale per l’organismo, un vero e proprio “superfood” come lo definiscono i nutrizionisti. All’interno dei chicchi abbondano le vitamine del gruppo B, K ed E, oltre a vari minerali come calcio, potassio, ferro, magnesio, rame, fosforo, manganese e selenio.

Fiocchi d’avena: qualità e benefici

Grazie ai loro costituenti, i fiocchi d’avena sono molto utili per l’organismo. Sono infatti in grado di abbassare il livello di grassi e zuccheri nel sangue, aiutano a rafforzare unghie e capelli, soprattutto facilitano la digestione e il corretto funzionamento di stomaco e intestino. I fiocchi d’avena, inoltre, sono un alimento assai utilizzato nelle diete dal momento che, grazie alla presenza massiccia di carboidrati e fibre, favoriscono un rapido senso di sazietà e aiutano abruciare rapidamente i grassi. Sono fortemente consigliati, inoltre, per chi soffre di diabete.

Fiocchi d’avena: come consumarli

I fiocchi d’avena possono essere consumati al naturale oppure ammorbiditi in acqua o latte. Metterli in ammollo è consigliabile dal momento che si riduce il contenuto di fitina all’interno dei fiocchi: l’acido fitico, infatti, ostacola l’assorbimento di vari sali minerali. Naturalmente i fiocchi d’avena si possono anche cuocere, procedura però che fa ridurre la percentuale di vitamine.

Fiocchi d’avena: le ricette

I fiocchi d’avena sono l’ingrediente primario di uno dei piatti tipici della tradizione anglosassone: il porridge. Anche il musli si fa con i fiocchi d’avena, che possono essere utilizzati anche per preparare gustose barrette, biscotti o un saporito dolce come questo. I fiocchi d’avena possono anche accompagnarsi a frutta, insalate o come base per una ricca zuppa d’avena.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963