BUONISSIMO
Seguici

Polenta

Detto anche il “pane della montagna”, la polenta rappresenta oggi uno dei piatti italiani più conosciuti e l’accompagnamento ideale per una moltitudine di ricette. E poi, non occorre molto per portarla in tavola: farina di mais, acqua, sale e un po’ d’olio.

Esistono tantissime varietà di polenta. D’altronde, moltissime località del nord Italia hanno un modo diverso, speciale e unico di prepararla. Questa però è la ricetta base, quella da cui partire per poi effettuare tutte le “variazioni sul tema”.

È sicuramente un piatto che necessità di un po’ di tempo per essere fatto a regola d’arte. Infatti il segreto per ottenere un bel composto liscio e senza grumi è avere molta pazienza e girare con costanza l’impasto, senza mai fermarsi e meglio se con il tarello.

Vi chiederete, quale farina utilizzare per preparare la polenta? La farina di mais bramata è quella più utilizzata, ma potete scegliere anche di usare quella integrale o di sposare una versione più scura, ovvero quella preparata con la farina di grano saraceno.

Ma, veniamo al dunque: a quanto corrisponde una porzione di polenta? considerate che servono 4 litri di acqua per ogni kilo di farina. Quindi se siete in 4 a cena, basterà dimezzare questo dosaggio!

CHE VOTO DAI?
Grazie per aver votato!
Polenta
  • DIFFICOLTÀ: BASSA
  • VINO: SOAVE CLASSICO
  • DOSI: 4
  • CUCINA REGIONALE: -
  • TEMPO: 20 min di preparazione 1h di cottura
  • COSTO: BASSO

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

Preparazione

  1. Sale in pentola

    Versate due litri di acqua in una pentola molto capiente e mettetela sul fuoco. Appena sta per bollire versate un pizzico di sale.

  2. Polenta cottura

    Subito dopo aver versato il sale, aggiungete la farina di mais a pioggia, mescolando continuamente con il classico tarello della tradizione oppure con un più comune cucchiaio di legno.

  3. Olio

    Dopo qualche minuto, aggiungete anche l'olio e continuate a mescolare, quindi abbassate la fiamma al minimo e lasciate cuocere per altri tre quarti d'ora circa, continuando a mescolare per evitare grumi o che la polenta si attacchi al fondo.

  4. Polenta

    Prima di spegnere, alzate il livello del fuoco per far staccar bene la polenta dal fondo della pentola e capovolgetela su un tagliere rotondo: ora potete servirla in tavola.

Consigli

La polenta si può conservare in frigo per qualche giorno, massimo tre o quattro. Prima di gustarla può essere passata per qualche minuto sulla griglia rovente.

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963