BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Olive taggiasche

Le olive taggiasche sono una delle varietà più apprezzate, per il loro sapore intenso e la versatilità in cucina: ecco i loro valori nutrizionali. Olive taggiasche

Le olive sono uno dei prodotti tipici della dieta mediterranea. Coltivate in gran parte del territorio italiano, ogni regione propone le sue olive tipiche, adatte sia al consumo diretto che alla produzione di olio extravergine d’oliva. Tra le qualità più rinomate troviamo le olive taggiasche. Il loro nome deriva dalla città di Taggia, in provincia di Imperia: in realtà, pur essendo tipiche di quel luogo e di larga parte della provincia, le olive taggiasche sono originarie della Provenza. L’arrivo e la diffusione di queste prelibate olive in Liguria si deve ad un gruppo di monaci benedettini, che dalla Francia le hanno importate in territorio ligure.

Olive taggiasche, proprietà principali

Le olive taggiasche sono una varietà tardiva, in quanto maturano nel mese di gennaio. Sono molto piccole e di colore scuro, violaceo: il sapore molto fruttato le rendono adatte per il consumo da tavola, da sole o come ingrediente di altri piatti. Tuttavia, anche l’olio che se ne ricava è di ottima fattura, leggero e fruttato. Il modo migliore per gustarne il sapore è consumarle al naturale. In commercio si possono trovare già denocciolate, pronte all’uso. Possono essere utilizzate nella preparazione di ottimi sughi, o per guarnire pizze e focacce. Possono arricchire arrosti o insalate e possono essere impiegate anche come ingrediente di torte salate.

Olive taggiasche, valori nutrizionali

Le olive taggiasche hanno un buon contenuto calorico, pari a circa 350 kcal per 100 grammi di prodotto. Gran parte dell’apporto energetico è fornito dai grassi. Si tratta prevalentemente di grassi insaturi, che hanno proprietà benefiche per l’organismo. Sono poi ricche di sali minerali, ma occorre fare attenzione al sodio, di cui è una fonte importante.

Olive taggiasche, benefici e controindicazioni

Le olive taggiasche sono ricche di sostanze benefiche per l’organismo. In particolare, vi sono molti acidi grassi che contribuiscono a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Tuttavia dovrebbero essere consumate con moderazione, sia per il loro contenuto calorico che per la presenza di sodio in grandi quantità (nella loro versione in salamoia). Questo elemento infatti è sconsigliato in caso di ipertensione.

LEGGI TUTTO
  1. Sedani e baccalà
  2. Spigola alla ligure
  3. Terrina di verdure miste
  4. Antipasto pizzaiolo
  5. Peperoni farciti al tonno e quinoa
  6. Cavolfiore in bellavista
  7. Pasta fredda con zucchine
  8. Baccalà in umido
  9. Merluzzo al cartoccio
  10. Tranci di pesce con pomodoro al forno

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963