BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Latte condensato

Il latte condensato si conserva molto più a lungo del latte fresco, e ha un sapore dolcissimo: ecco come utilizzarlo e quali sono le sue proprietà nutrizionali. Latte condensato

Il latte condensato è un prodotto molto usato soprattutto in pasticceria ed è comodissimo da avere in dispensa, vista la sua lunga conservazione. Si tratta semplicemente di latte vaccino al quale viene sottratta umidità mediante ebollizione. Secondo fonti molto antiche, questo procedimento veniva utilizzato già dai tartari nel XIII secolo. Tuttavia, è nel 1827 che troviamo una data precisa per la nascita di questo alimento. A crearlo fu il pasticciere francese Nicolas Appert, e la sua ricetta si diffuse ben presto anche oltreoceano.

Latte condensato, proprietà principali

Il latte condensato è un derivato del latte molto comune ed è facile trovarlo in tutti i supermercati. Tuttavia, la ricetta per prepararlo in casa è semplice e alla portata anche dei meno abili ai fornelli. Basta infatti mettere del latte in un pentolino, aggiungendo dello zucchero e mescolando bene portando ad ebollizione. Lasciate cuocere il tutto per un’ora e mezza, mescolando ogni 10/15 minuti. Al termine di questo processo, trasferitelo ancora caldo in barattoli ben sterilizzati: chiudendoli subito si creerà il sottovuoto. Il latte condensato si conserva più a lungo del normale latte intero, ma una volta aperto il barattolo dovrà essere consumato entro pochi giorni.

Latte condensato, valori nutrizionali

Il latte condensato è un prodotto piuttosto calorico, per via dei suoi ingredienti e per il suo scarso contenuto di acqua. Una porzione di 100 grammi apporta generalmente attorno alle 330 kcal, derivanti principalmente dagli zuccheri e dai grassi – tuttavia vi è un contenuto non trascurabile di proteine. È dunque bene limitarne il consumo nel caso in cui si è a dieta o se si vuole ridurre l’apporto di zuccheri. Nel latte condensato troviamo molti sali minerali, in particolare il calcio e il fosforo, entrambi utili per la salute di ossa e denti. Tra le vitamine spiccano invece quelle del gruppo B, importanti per il corretto sviluppo del sistema nervoso.

Latte condensato, usi in cucina

Il latte condensato, per la sua cremosità e il suo sapore dolce, viene utilizzato in molte ricette di pasticceria. Alcuni amano consumarlo al naturale, spalmato su un toast o su una fetta di pane. È anche un’ottima alternativa al latte fresco per macchiare il tè o il caffè.

LEGGI TUTTO
  1. Gelato alla stracciatella
  2. Gelato al cioccolato
  3. Cheesecake al caffè
  4. Tiramisù alle fragole senza uova
  5. Camy cream

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963