BUONISSIMO
Seguici

Barbabietole

Che siano le foglie verdi o la caratteristica radice rossa o bianca, la barbabietola è un ortaggio con numerosi effetti benefici per il nostro organismo. Conosciamo meglio la barbabietola. Barbabietole

Barbabietole, proprietà principali

Conosciuta già in Grecia ai tempi di Plinio il Vecchio, la barbabietola era inizialmente utilizzata soprattutto come medicinale. In particolare si sfruttavano le foglie, ma ben presto si scoprì che anche la radice, in particolare quella rossa, costituiva un gustoso e colorato alimento. Intorno ai primi decenni del XVIII secolo si studiarono le proprietà zuccherine della barbabietola, che in breve portarono alla produzione dello zucchero.

La barbabietola è una pianta erbacea biennale oggi coltivata in tutt’Europa, raramente perenne, con fusti che possono arrivare a 1-2 m di altezza. La semina avviene in primavera, tra marzo e aprile, mentre la raccolta si effettua due o tre mesi dopo, fino al tardo autunno a seconda delle tipologie. Tra le varietà ricordiamo l’Albina Vereduna, di colore bianco, la Golden Burpee’s, una barbabietola con la buccia rosso-arancio e polpa gialla, la Chioggia, di grande impatto visivo per gli anelli concentrici delle sue radici bianche e rosse, e la Detroit, di colore rosso scuro e popolare negli Stati Uniti.

Barbabietole, valori nutrizionali

La barbabietola apporta appena 20 calorie ogni 100 g. Oltre ad essere ricca di zuccheri, sali minerali come manganese, potassio e ferro e vitamine come la B9 e la C, contiene un buon apporto di fibre

Barbabietole, benefici e controindicazioni

Alla barbabietola si attribuiscono proprietà dietetiche e salutari: assorbe le tossine dalle cellula e ne facilita l’eliminazione, aiuta a regolare i livelli di glicemia e colesterolemia, è depurativa, mineralizzante, antisettica, ricostituente, favorisce la digestione difficile, stimola la produzione di bile e rafforza la mucosa gastrica. Inoltre cura le anemie, le infezioni del sistema cerebrale, stimola la produzione dei globuli rossi migliorando la pressione arteriosa, scioglie i depositi di calcio nei vasi sanguigni e ne impedisce l’indurimento, infine stimola il sistema linfatico.  Se ne sconsiglia l’utilizzo a chi soffre di calcoli renali o sindrome dell’intestino irritabile.

 

 

LEGGI TUTTO
  1. Gnocchi di bieta con salsa di noci
  2. Rotolini di barbabietola alla cannella
  3. Cappon magro
  4. Hummus Rosa
  5. Cavolfiore con crema rossa
  6. Pescetti in carpione con chips di radici – Asti Docg Extra Dry
  7. Cappon magro
  8. Grand aioli
  9. Hummus di barbabietole
  10. Minestrone alla russa

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963