BUONISSIMO
Seguici

Preparare un panino

La scelta del pane, degli ingredienti, i trucchi per farcirlo meglio e per tenere il gusto sempre vivo e fresco: ecco come preparare un panino super.

Preparare un panino

Piace a tutti, si può portare con sé in occasione di gite e picnic, è un’ottima soluzione anche in ufficio o quando non si ha troppo tempo a disposizione per ricette e pietanze più elaborate: stiamo parlando naturalmente del panino. Superfarcito oppure guarnito solo con un ingrediente, piccolo o grande, fatto col pane duro oppure morbido: preparare un panino non è così facile come sembra, anche perché vanno tenute in considerazione numerose variabili. E allora, prima di cominciare, ecco qualche info utile.

Preparare un panino: quale tipo di pane utilizzare

Farciture differenti, tipi di pane differenti: possiamo riassumere così la massima utile nella scelta del pane per il nostro panino. Tipi di condimento croccanti e consistenti, infatti, ben si sposano con un pane morbido e soffice, tipo quello dei tradizionali panini per hamburger. La classica rosetta o l’affusolato sfilatino, invece, rappresentano l’ideale quando dobbiamo utilizzare salse, alimenti umidi o liquidi, formaggi a pasta molle. C’è poi un’altra soluzione golosa: tagliare il pane a fette e disporre gli ingredienti tra due fette sovrapposte. Occhio anche all’eventuale tostatura del pane. Bastano pochi minuti per rendere il pane dorato, croccante fuori e morbido dentro, ma attenzione a farlo cuocere troppo (diventerebbe troppo duro, quasi immangiabile) e soprattutto attenzione a tostare solo il pane giusto: panini morbidi non hanno bisogno della tostatura, che invece è necessaria quando farciamo il panino con ingredienti “caldi” come hamburger, pezzi di pollo, polpette appena scaldate o anche con uova. Ingredienti primari freddi, invece, non presuppongono pane caldo.

Preparare un panino: gli strumenti

Quali sono gli utensili ideali per realizzare un panino? Ce ne sono diversi. Per il taglio del pane, siano rosette, michette o pani pugliesi, insostituibile il coltello seghettato, che è particolarmente utile proprio quando il pane non è della migliore qualità. Per imburrare il panino ci serviremo del coltellino ricurvo e ondulato per fare i riccioli raschiando sulla forma del burro, e anche della classica spatola, coltello senza lama dalla forma arrotondata che servirà come attrezzo base nell’esecuzione dei panini, per spalmare le salse, rivoltare le fette di pane messe a scaldare nel forno o sulla bistecchiera, per disporre con maggior precisione le fette di carne, il pesce e quant’altro. Sarà molto utile avere sempre a portata di mano un coltellino affilatissimo per tagliare le verdure e raschiarle, per tagliare i salumi e la carne, i formaggi e le uova in rondelle. È da prevedere anche la presenza pressoché costante di un tostapane, oppure un forno elettrico o una piastra per bistecche che avrà la funzione di migliorare il pane, rendendolo più croccante. Inoltre, bene avere a portata di mano un cucchiaio di legno o un frullino per preparare le salse e il burro aromatizzati, un tagliere di legno per affettare più comodamente e uno snocciola olive.

Le salse da abbinare

Preparare un panino: la scelta degli ingredienti

Premesso che il panino perfetto è una definizione inevitabilmente soggettiva, ci sono dei fattori obiettivi che vanno tenuti in considerazione nella sua realizzazione. Il pane, ovviamente, non può mancare mai, mentre per la scelta dell’ingrediente primario ci si può affidare alla stagionalità, oppure dar sfogo alla nostra creatività: prosciutto, salame, mortadella, tonno, petto di pollo, pancetta e chi più ne ha, più ne metta. Imprescindibile, poi, è la presenza di un ingrediente che garantisca freschezza (insalata, radicchio, rucola), di un elemento morbido (salse e salsine, fettine di pomodoro), di un altro che garantisca croccantezza (bacon, sedano o altre verdure) ed eventualmente anche di aromi, odori e spezie, per aumentare il gusto del panino stesso.

Preparare un panino: i consigli utili

Ci sono degli ingredienti che possono, anzi devono stare sul fuoco più a lungo: è il caso della porchetta o degli hamburger, che ben si abbinano a formaggi da far scaldare lentamente sulla griglia. Altri, invece, devono essere scaldati solo per un tempo minimo per non intaccarne il sapore: stiamo parlando di salame, speck, prosciutto crudo e altri insaccati. Le verdure crude, inoltre, andrebbero aggiunte sempre e comunque all’ultimo momento. Le regole da seguire nella farcitura sono piuttosto semplici: a contatto col pane ci vanno sempre salse e grassi, mentre al centro vanno posizionati gli ingredienti dal sapore più intenso. Qualche altra dritta? Imburrare lievemente la fetta inferiore del pane consente al panino di “resistere” più a lungo, la maionese invece ne mantiene sempre il gusto vivo e fresco. Ultimo suggerimento: il rapporto tra pane e farcitura dovrebbe essere sempre di uno a uno, vale a dire un panino di 100 grammi dovrebbe essere farcito con 100 grammi di ingredienti e così via.

Preparare un panino: le ricette

Bene, dopo tanta teoria è arrivato finalmente il momento della pratica. Volete qualche suggerimento per preparare dei panini golosi, invitanti e appetitosi? Se volete esagerare, ecco come portare in tavola un pantagruelico panino con polpette e crema di formaggi. Se amate il pesce segnatevi la ricetta del panino al pesce speziato, mentre se seguite uno stile dietetico salutista date un’occhiato a questo stuzzicante panino con zucchine grigliate, uova e crudo. Molto leggeri ed equilibrati sono i panini al latte speck e carciofi, mentre per chi non vuole rinunciare al gusto e alla consistenza della carne, ecco altri intriganti panini.

 

 

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963