BUONISSIMO
Seguici

Fegato di vitello

Il fegato è un alimento consigliato a tutti per la grande ricchezza di proteine e di sali minerali che contiene. Scopriamo tutte le caratteristiche del fegato. Fegato di vitello

Il fegato

, un alimento che appartiene, come le animelle, al quinto taglio della carne di un animale (bovino, ovino o suino che sia).
Anche se il fegato più consumato è quello di vitello, non esistono sostanziali differenze tra questo e quello di un bovino adulto o altre tipologie ed appartenenze, se non un gusto più gradevole al palato.

Gli elementi principali contenuti nel fegato sono costituiti dalle proteine, presenti in quantità notevole, da sali minerali e vitamine, tra i quali segnaliamo un’importante percentuale di ferro in forma assimilabile, non troppo facile da trovare in altri tipi di alimenti, e, nota negativa, moltissimo colesterolo e trigliceridi, che, se il fegato apparteneva ad un animale sano, non raggiungono però livelli pericolosi per l’uomo.
Un altro elemento che caratterizza e distingue il fegato da altre tipologie di carne è la presenza di zuccheri, dal momento che una delle funzioni del fegato è proprio quella di regolare la glicemia.

Una delle cose alle quali si deve prestare la massima attenzione è la provenienza dell’animale, dal momento che il fegato svolge un’azione depurativa del sangue, è anche particolarmente predisposto ad accumulare eventuali sostanze tossiche che sono state somministrate all’animale per velocizzarne la crescita o semplicemente già presenti nell’alimentazione dello stesso, per cui occorre verificare che l’animale sia stato allevato allo stato brado o anche in allevamenti che non adottino però il metodo intensivo.
Altri fattori che sconsigliano il consumo eccessivo di fegato sono costituiti dagli elevati livelli di colesterolo presenti e dalle purine che risultano controindicate per chi soffra di gotta.

Fatte queste considerazioni, il fegato resta un alimento ricco di virtù, consigliato a tutti per la varietà e ricchezza di sostanze contenute e necessarie al buon funzionamento del nostro corpo.

Un’ultima raccomandazione è quella relativa ai tempi di cottura, che dovranno essere sempre abbastanza lunghi per consentire il raggiungimento di una temperatura elevata anche al centro del pezzo che si sta cucinando, e questo per la possibile presenza di parassiti, purtroppo la temperatura elevata elimina anche parte delle vitamine che si degradano col calore, come la vitamina C ed i folati.

In cucina anche il fegato si presta a molte tipologie di preparazioni, da quella classica e nota a tutti del fegato alla veneta che utilizza con generosità le cipolle, a quella dal sapore inimitabile costituita dal fegato di maiale nella rete, ma ancora è possibile realizzare un ottimo patè di fegato e altro ancora.

Ultima nota, è preferibile non consumare il fegato grasso d’oca, ottenuto da animali fatti ammalare apposta affinchè il loro fegato si sviluppi in maniera anomala, sia perchè il gusto non è talmente particolare da giustificarne il consumo che per la pratica (assolutamente deprecabile) seguita nell’allevare gli animali dai quali ricavarlo.

 

LEGGI TUTTO
  1. Polpettone di maiale
  2. Bamie Goreng
  3. Canederli di fegato
  4. Fegato al vino
  5. Tortiglioni alla crema di ragù
  6. Fegato con burro e marsala
  7. Frittura mista piemontese
  8. Fegato alle cipolle
  9. Fegato alla veneta
  10. Patè di fegato alla veneziana

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963