BUONISSIMO
Seguici

Fagioli azuki

Originari dell'antica Cina, gli azuki sono sempre diffusi anche in Italia sia per i valori nutrizionali che per il gusto che conferiscono ai piatti. Scopriamo insieme le proprietà dei "re dei fagioli". Fagioli azuki

Fagioli azuki, proprietà principali

Sempre più diffusi anche in Italia, l’azuki veniva definito il re dei fagioli” per le sue molteplici proprietà. Originario dell’antica Cina e dalla Corea dove era coltivato a partire dall’anno 1000, oggi cresce un po’ ovunque, anche in Europa. Nonostante sia sempre più conosciuto anche in Italia a seguito della diffusione della dieta macrobiotica e dell’alimentazione naturale, l’azuki continua ad essere più utilizzato nella cucina mandarina e del Giappone, dove viene impiegato addirittura nella preparazione di dolci come i famosi biscotti dorayaki. In genere, tuttavia, questi fagioli dalle dimensioni ridotte e dal caratteristico colore rosso, macchiato da una piccola cresta bianca su un lato, si usano come base per zuppe o mescolati al riso condito con salsa di soia. Gli azuki appartengono al gruppo delle leguminose come piselli, ceci, cicerchie e soia. La semina è simile a quella dei fagioli e avviene in primavera, tra aprile e maggio, mentre la raccolta si effettua a fine estate. In genere si possono acquistare secchi o in scatola sia nei negozi di prodotti biologici, sia nei reparti dedicati ai cibi etnici dei grandi supermercati.

Fagioli azuki, valori nutrizionali

Le caratteristiche alimentari che li rendono unici comprendono un alto contenuto di proteine a fronte di un bassissimo contenuto di grassi, ma non è tutto: con sole 128 calorie ogni 100 g, gli azuki sono ricchi di fibra alimentare e sali minerali come ferro in forma facilmente assimilabile dal nostro organismo (al contrario di quello contenuto negli spinaci), calcio, sodio, magnesio, manganese, zinco potassio e folati, oltre alle vitamine C e del gruppo B.

Fagioli azuki, benefici e controindicazioni

Gli azuki sono noti per le proprietà diuretiche e depurative: indicati per contrastare infezioni alla vescica e ai reni, abbassano anche i livelli di colesterolo e contribuiscono all’eliminazione di tossine dal corpo. Inoltre, aumentano il senso di sazietà e favoriscono il transito intestinale, diminuendo la possibilità di insorgenza di stitichezza e stipsi.

LEGGI TUTTO
  1. Sekihan
  2. Dorayaki, ricetta originale

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963