BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Cioccolato al latte

Il cioccolato al latte divide. Non è raro sentire due persone che la pensano diversamente sulla tipologia di questo dolce straordinario e dalle origini antichissime. C’è chi lo preferisce puro, fondente e chi, invece, ricerca gusti più delicati. I dettagli Cioccolato al latte

Il cioccolato esiste dai tempi degli Aztechi ed è un alimento dalle mille proprietà benefiche. Ormai ne esistono tantissime varietà, ognuna con le proprie caratteristiche. Il cioccolato al latte è forse fra i più amati, perché a metà strada fra il fondente – dal gusto amaro e deciso – e il cioccolato bianco che invece è molto dolce.

Cioccolato al latte, le caratteristiche

Perché il cioccolato possa essere definito al latte deve contenere al suo interno almeno il 25% di cacao e il 14 di derivati del latte. Di norma una barretta contiene lo zucchero, il latte in polvere, la massa e il burro di cacao, la lecitina di soia e la vaniglia. Sono loro a conferirgli quel gusto unico al quale non si può resistere. Rispetto al ‘cugino’ fondente, al palato è molto più dolce, contiene una quantità di cacao inferiore e più zuccheri. Il grasso di latte lo rende meno solido e fa sì che si sciolga più facilmente in bocca. Il colore è più chiaro (sempre rispetto al fondente), ma più scuro rispetto al cioccolato bianco. Si possono apprezzare note di vaniglia, caramello e latte (per l’appunto).

Cioccolato al latte, i valori nutrizionali

Il cioccolato al latte, ogni 100 grammi di prodotto, di norma, contiene 570 kcal e 2385 KJ. Di queste il 59,94% sono grassi; il 34,70% carboidrati e il 5,36% sono proteine. Inoltre 0,80 g sono composti da acqua; 10 mg da colesterolo e 3,20 g da fibre. Questo ingrediente così amato contiene anche dei sali minerali così distribuiti: 120 mg di sodio; 420 mg di potassio; 3 mg di ferro; 262 mg di calcio e 207 mg di fosforo. Inoltre sono presenti 0,09 mg di vitamina B1; 0,39 mg di B2; 0,60 mg di B3 e 25 µg di vitamina A.

Cioccolato al latte, i benefici e le controindicazioni

Rispetto al fondente, il cioccolato al latte ha una minore concentrazione di cacao e una maggiore quantità di zucchero. Questo deve far riflettere sulle dosi consentite. Con questo tipo di alimento, l’importante è non eccedere con il consumo. Soltanto in questo modo si potrà godere delle sue proprietà benefiche. Siamo di fronte a un antiossidante naturale, grazie alla presenza dei polifenoli che aiutano a migliorare le funzioni del cuore e della circolazione. Inoltre il cioccolato favorisce il rilascio della serotonina, conosciuta anche come l’ormone della felicità.

In dosi massicce, le dosi di zucchero e grassi possono compromettere il livello di colesterolo nel sangue e risultare un problema per chi deve tenere sotto controllo il peso. Per le stesse ragioni, chi è affetto da diabete deve consultare prima il proprio specialista di fiducia.

LEGGI TUTTO
  1. Spiedini di frutta con crema al cioccolato
  2. Biscotti tiramisù
  3. S’mores
  4. Mini girelle
  5. Cheesecake al cocco
  6. Cassata di Sulmona
  7. Twix fatti in casa
  8. Cioccolatini al vincotto di Bocconcino
  9. Torta Mars
  10. Tortini di tre mousse

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963