BUONISSIMO
Seguici

Cannolicchi

I cannolicchi sono dei molluschi bivalve estremamente apprezzati sia per il sapore che per l'apporto di proprietà salutari, da consumare gratinati o nella preparazione di sughi. Conosciamo meglio i cannolicchi. Cannolicchi

Cannolicchi, proprietà principali

Il Solen marginatus, conosciuto comunemente come cannolicchio o cappalunga, è un mollusco bivalve filtratore dell’acqua marina, che vive in posizione verticale sui fondali sabbiosi e misti a fango. In Italia sono pescati soprattutto lungo i litorali del Mar Adriatico e sul tratto di Mar Tirreno corrispondente alla costa laziale; in Europa si trovano nel Mar Mediterraneo, nel Mare del Nord e nell’Oceano Atlantico. I cannolicchi sembrano dei tubicini che raggiungono in media una lunghezza di 10 cm e una larghezza di 1,5 cm. Il guscio è liscio e sottile; all’interno è bianco, all’esterno giallo tendente al marrone chiaro, a volte macchiato di nero. Il periodo di riproduzione dei cannolicchi è la primavera, tra aprile e maggio, unico periodo in cui non si possono pescare. Per il resto sono disponibili in qualsiasi stagione dell’anno.

Dato che vengono commercializzati vivi, è bene verificarne la freschezza guardando se il piede, ossia la massa muscolare che sporge permettendo il movimento, si ritrae al tatto. Bisogna poi procedere con lo spurgo mettendoli in acqua salata per almeno tre ore e risciacquandoli sotto acqua corrente. Come per le cozze e le vongole, è sconsigliato consumare i cannolicchi che non si sono aperti durante la cottura. Per esaltarne il gusto delicato conviene consumarli crudi con succo di limone – solo se sono freschissimi -, gratinarli al forno o abbinarli con pomodoro fresco e basilico per preparare zuppe o condire paste e risotti, magari in sostituzione di ostriche e capesante in quanto più abbordabili economicamente.

Cannolicchi, valori nutrizionali

Il cannolicchio fornisce circa 90 calorie per 100 g di prodotto. È una valida fonte di sali minerali – come il sodio, il fosforo e il ferro – e proteine, mentre è povero di grassi e colesterolo.

Cannolicchi, benefici e controindicazioni

I cannolicchi servono a contenere il colesterolo cattivo nel sangue. Sono inoltre buoni alleati di chi soffre di anemia, depressione, diabete, malattie metaboliche ma sono sconsigliati a chi è soggetto a ipertensione arteriosa, ipertiroidismo, agli allergici e alle donne in gravidanza.

 

LEGGI TUTTO
  1. Spaghetti con cannolicchi
  2. Spaghetti alle vongole e cannolicchi
  3. Strozzapreti ai cannolicchi
  4. Spaghetti allo scoglio
  5. Cannolicchi saltati
  6. Fettuccine con cannolicchi e carciofi
  7. Zuppa mista di conchiglie
  8. Terrina ai frutti di mare
  9. Minestra d'orzo ai frutti di mare
  10. Cannolicchi aglio e prezzemolo

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963