BUONISSIMO
Seguici

Lievito madre

Il lievito madre è un composto naturale che si può realizzare direttamente a casa. Niente panico, è più semplice di quanto crediate. Perfetto quando volete preparare una pizza, una focaccia o una bella forma di pane.

Va però seguito qualche consiglio, perché è un agente lievitante molto delicato che va tenuto d’occhio e trattato con cura. Se volete utilizzarlo in giornata, potete lasciarlo a temperatura ambiente, coperto.

Ma se invece volete utilizzarlo negli immediati giorni successivi alla preparazione, andrà “rinfrescato”: significa che dovrete trattarlo con un po’ d’acqua e un po’ di farina… in pratica dovrete rimpastarlo ogni giorno. Vediamo come.

Se il vostro impasto pesa 200 grammi, aggiungetegli la stessa quantità di farina (200 g) e metà quantità di acqua (100 g). Poi, lasciatelo rinfrescare per 4 ore, a riposo, in un contenitore molto alto, possibilmente in vetro e chiudetelo con il coperchio. Aspettate che il volume duplichi e… voilà!

Avrete sicuramente sentito parlare anche del lievito di birra! Ma qual è la differenza? La pasta madre, o lievito madre, è decisamente più digeribile: è più pratica, perché si conserva in casa per giorni, ma è anche migliore se si vuole ottenere una lievitazione ottimale. Come per quella del panettone o del casatiello dolce!

CHE VOTO DAI?
3 Grazie per aver votato!
  • DIFFICOLTÀ: BASSA
  • VINO: -
  • DOSI: 10
  • CUCINA REGIONALE: -
  • TEMPO: 10 min di preparazione14 g di lievitazione
  • COSTO: BASSO

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

Preparazione

  1. Impasto

    Mettete in una ciotola 200 grammi di farina e 100 millilitri di acqua tiepida e uniteli a poco a poco, in modo da ricavarne un impasto morbido

  2. Barattolo lievito

    Conservate l'impasto in un barattolo infarinato per almeno 48 ore a una temperatura compresa tra 16 e 25 gradi; prima di lasciarlo a riposo, realizzate un taglio a croce sulla superficie alta del composto e coprite il barattolo con pellicola trasparente e un panno inumidito

  3. Lievito alveoli

    Trascorse 48 ore, una volta che sull'impasto si saranno formati degli alveoli, prendetene una cucchiaiata e unite alla stessa altri 200 grammi di farina e 100 millilitri di acqua tiepida

  4. Levito madre

    Fate riposare il composto formato da 200 grammi di farina, 100 millilitri di acqua e dalla cucchiaiata del precedente impasto per altre 48 ore e ripetete l'operazione per altre sei volte: in totale ci vorranno altre due settimane, dunque, perché il lievito madre sia pronto

Consigli

Volete sostituire gli ingredienti? Bene, non c’è problema: al posto della farina 0, potete utilizzare la farina manitoba e anziché l'acqua, potete provare una versione con lo yogurt. Il dosaggio, in questo caso, dovrà essere uguale: 200 grammi di manitoba e 200 grammi di yogurt. Per i rinfreschi, invece, meglio utilizzare sempre farina e acqua secondo le dosi indicate.

Altre ricette correlate

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963