BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Cernia

La cernia è un pesce di mare molto pregiato dalle carni digeribili, con una considerevole presenza di proteine, pochi grassi e un discreto quantitativo di omega 3. Conosciamo le sue caratteristiche. Cernia

Cernia, proprietà principali

Con il termine cernia si identificano molte specie di pesci di mare appartenenti alla famiglia dei Serranidi. Si tratta di animali di notevoli dimensioni dalle carni pregiate, che possono raggiungere i 2 m di lunghezza e i 100 kg di peso. Le diverse specie si distinguono per il colore della livrea: esistono la cernia marrone, la nera, la dorata, la bianca, la rossa, il dotto o cernia di fondo e infine quella brasiliana. Vive in fondali rocciosi del Mar Mediterraneo, ma anche dell’Oceano Atlantico orientale e nell’Oceano Indiano, in genere in prossimità della costa seppur possa raggiungere i 100 m di profondità. È possibile pescarla in qualsiasi stagione dell’anno.

In genere le cernie che si trovano in pescheria sono di piccole dimensioni, sufficienti per una o due porzioni; nel caso di esemplari di taglia grande conviene farli dividere a tranci. Il modo migliore per sceglierla è prestare attenzione alla colorazione viva, alla compattezza della carne e all’odore di mare. Per pulirla si eliminano le squame partendo dalla coda, la si eviscera incidendo lo stomaco dalla coda verso la testa, si eliminano le branchie e la pelle. Si conserva al massimo due giorni in frigorifero, meglio se in un foglio di carta paraffinata; eviscerata e congelata resiste invece per tre mesi. In genere la cernia viene scottata o bollita – ottimo il brodo – oppure la si cucina al forno o in umido per condire gli spaghetti.

Cernia, valori nutrizionali

La cernia apporta 118 calorie ogni 100 g di prodotto. È composta perlopiù da proteine e da una quantità moderata di lipidi; se è da considerare la presenza di colesterolo, gli acidi grassi sono quelli essenziali della serie omega-3. Contiene potassio, fosforo, iodio e calcio, e in scarsa percentuale vitamine del gruppo B.

Cernia, benefici e controindicazioni

La cernia contribuisce al buon funzionamento del metabolismo, del sistema nervoso e cardiovascolare; inoltre favorisce le difese antiossidanti e aiuta ossa, denti, reni, muscoli e cuore a mantenersi in salute. In genere è controindicata in caso di uricemia, gotta e ulcera gastroduodenale.

 

 

LEGGI TUTTO
  1. Cernia alla mediterranea
  2. Cernia alla piastra con papaia
  3. Cernia con olive e capperi
  4. Cernia all'arancia
  5. Filetto di cernia in umido
  6. Cernia ai sapori dell'orto
  7. Zuppa di cernie
  8. Filetti di cernia agli agrumi
  9. Cernia in forno alle erbe
  10. Cernia con il pesto

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963