BUONISSIMO
Seguici

Storia e origini della chiffon cake

Leggera come una nuvola e perfetta per colazione: è la chiffon cake, un dolce americano buonissimo. Scopri storia, ricetta originale e varianti.

storia della chiffon cake

La chiffon cake è una torta di origine americana, nota per la sua morbidezza e delicatezza, il cui nome deriva dall’omonima stoffa, impalpabile e morbidissima. Ha una forma rotondeggiante caratteristica, è molto alta e profuma di vaniglia. Tuttavia, sono presenti tante varianti ed è possibile aromatizzarla con molti profumi diversi. Non c’è crema o glassa che non stia bene con questa torta, perfetta per colazione, merenda o come dessert post pranzo/cena.

Come è nata la chiffon cake

La chiffon cake è stata creata nel 1927 da Harry Baker, che negli anni ‘20 si trovava Hollywood a fare l’assicuratore. Ma quando incominciò a lavorare per un nuovo ristorante chiamato Brown Derby, a Wilshire Boulevard a Los Angeles, provò ben 400 varianti, prima di trovare la sua versione di torta che tanto cercava. Inizialmente si trattava di una torta alla frutta, con arancia, pompelmo e albicocca.

Ebbe un notevole successo nei ristoranti di tutta Los Angeles, ma Baker per vent’anni non svelò il segreto della morbidezza di questa torta, che stava nel condimento: non amando il burro, perché ritenuto troppo pesante per una lievitazione spontanea e leggera, preferiva utilizzare l’olio di semi. Infatti, all’epoca le torte si gonfiavano o per la montatura delle uova e oppure per l’utilizzo del burro.

Solo nel maggio del 1948 fu svelato l’ingrediente segreto della Chiffon Cake in un articolo sul Better Homes and Gardens, dove comparve la prima ricetta pubblicata studiata da Betty Crocker. Quella che all’inizio si chiamava Baker Cake divenne Orange Chiffon Cake e poi semplicemente Chiffon Cake, come la morbida ed impalpabile stoffa.

Chiffon cake: ricetta originale

Per preparare la chiffon cake si comincia setacciando farina e lievito, a cui si aggiunge lo zucchero, conservandone 50 grammi, la scorza del limone grattugiata, i semi di vaniglia e il sale. A quel punto si mescolano gli ingredienti realizzando al centro del composto uno spazio in cui inserire tuorli, acqua e olio.

Con una frusta bisogna mescolare il tutto fino a ottenere un composto liscio e privo di grumi, mentre a parte si montano gli albumi a temperatura ambiente (non devono essere freddi) unendo il cremor tartaro e in seguito il rimanente zucchero, dando vita a una crema bianca e densa.

A quel punto bisogna unire gli albumi montati al composto con un cucchiaio di legno in tre fasi differenti, sempre mescolando, quindi versare il tutto in uno stampo per la torta chiffon da 24 cm e cuocere in forno caldo a 170° per un’ora circa.

Una volta pronta, la torta va capovolta su una spianatoia per farla raffreddare per qualche minuto, spolverizzandovi sopra un’abbondante razione di zucchero a velo prima di servire in tavola.

I segreti per un’ottima chiffon cake

Per un risultato cremoso e senza grumi, è consigliabile usare uno zucchero extrafine, quello semolato potrebbe non sciogliersi per bene lasciando dei granellini di zucchero nel dolce. Il cremor tartaro invece è un agente lievitante che viene aggiunto agli albumi per montarli a neve in modo stabile. Inoltre, alza il ph dell’impasto, il che contribuisce ad ottenere una ciambella più chiara.

Le teglie più adatte per la chiffon cake sono quelle in alluminio con base rimovibile ma non antiaderenti. Non bisogna imburrare e infarinare lo stampo perché la torta ha bisogno di "aggrapparsi" alle pareti dello stampo per rimanere molto alta, come previsto da ricetta originale. Per questo motivo, si trovano sempre residui di impasto lungo l’imbuto centrare e lungo i bordi dello stampo.

Perché mantenga la sua forma e rimanga integra, a cottura ultimata la teglia va capovolta mentre la torta si raffredda per evitare che crolli. Ma soprattutto va fatta raffreddare per 3-4 ore almeno prima di togliere il fondo della tortiera o tentare di staccarla.

Le varianti della chiffon cake

La chiffon cake è una torta buonissima nella sua semplicità, ma di fatto rappresenta una base perfetta per decorarla o arricchirla di altri ingredienti. Per questo motivo si trovano molte varianti della ricetta americana, che richiamano alla frutta come alle origini o al cioccolato.

Una chiffon cake particolare molto gustosa è la chiffon cake al caffè, una carica di energia perfetta per chi ama il retrogusto di caffeina. Invece, una torta simile alla chiffon cake è la torta cocco e cioccolato, un dolce decorato con glassa reale.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963