BUONISSIMO
Seguici

TERROIR MARCHE

Il Consorzio Terroir Marche e ONAV Lombardia hanno organizzato una serata dedicata al vino delle Marche per la promozione e la valorizzazione della vitivinicoltura biologica/biodinamica marchigiana. La manifestazione Terroir Marche si è svolta giovedì 12 marzo a Milano.

TERROIR MARCHE

Alla serata, in rappresentanza del Consorzio Terroir Marche, erano presenti 11 vignaioli con i loro 70 vini, tutti espressione genuina della terra e della tradizione marchigiana vissuta nel modo più vicino alla terra che oggi conosciamo: le tecniche di coltivazione e vinificazione biologica e/o biodinamica.

Un percorso di degustazione che attraverso tutta la regione Marche da nord a sud nei suoi territori più vocati dove è stato possibile assaggiare e degustare molte produzioni di vini DOC tutte adeguatamente rappresentate.

Tra i bianchi presenti i Verdicchio di Jesi (come il classico superiore Dominè di Pievalta) e Verdicchio di Matelica uno recante la sapidità della vicinanza al mare l’altro comunque sorprendentemente fresco anche se meno equilibrato.

Guida alla degustazione del vino: i trucchi del sommelier

Più rappresentate le proposte per DOC quali la Passerina e il Pecorino (come quelli proposti da La Valle del Sole): qui si è potuto compiere un breve viaggio tra questi vitigni scoprendone tutte le possibili sfumature. In particolare la Passerina ha confermato la sua versatilità.

Passiamo ai vini rossi: presentati molti prodotti di qualità principalmente a base di vitigni quali il Sangiovese  (come il Valturio), fine ed elegante, e il Montepulciano (come il Ser Balduzio di Fiorano), sempre potente e complesso sia al naso sia alla bocca, vinificati in purezza o in uvaggio con varietà internazionali.

Meritano di essere ricordate altre espressioni tipiche della cultura vinicola marchigiana come l’Offida, il Falerio e il Piceno Superiore.

La manifestazione si terrà a Palazzo dei Capitani in piazza del Popolo ad Ascoli Piceno, altre info su www.terroirmarche.com.

Le ricette del giorno