Buonissimo
Seguici

A cosa serve il decanter e con quali vini usarlo

come si usa il decanter

Il decanter è uno speciale contenitore per far decantare il vino: scopri come utilizzarlo, in quali occasioni e i migliori da acquistare o regalare.

La parola decanter arriva dal latino de canto, che nell’accezione che ci interessa sta a significare letteralmente "mettere da parte". Un termine che, per gli amanti del buon vino, si riferisce ad uno speciale contenitore simile ad un’ampolla in vetro o cristallo trasparente, che non dovrebbe mai mancare nelle cantine degli appassionati. È però importante sapere quando e come utilizzarlo per permettere al vino di sviluppare nel modo migliore il proprio bouquet aromatico.

Decantazione: cosa significa

Quando parliamo di decantazione nel mondo del vino ci riferiamo al processo che coinvolge il trasferimento del vino da un recipiente all’altro per separare i sedimenti solidi dal liquido. Questo procedimento è spesso utilizzato per migliorare la chiarezza e la limpidezza del vino, soprattutto per i vini invecchiati. A seguito della decantazione del vino i sedimenti indesiderati rimangono nel contenitore originale.

Questa pratica è importante soprattutto per i vini rossi e più invecchiati, in quanto tendono a sviluppare sedimenti durante il processo di invecchiamento. La decantazione aiuta a separare i sedimenti che si formano naturalmente nel corso del tempo, garantendo che il vino versato in un bicchiere sia chiaro e privo di impurità solide che potrebbero alterarne il gusto o la consistenza.

La decantazione può anche permettere al vino di "respirare", ossigenandolo e aiutando ad esaltarne i profumi e i sapori. Infatti, l’ossigenazione controllata del vino può contribuire a migliorare la sua struttura e a esaltare i suoi caratteri organolettici, come gli aromi, i sapori e la complessità.

Nei vigneti e nelle cantine, i produttori di vino spesso eseguono la decantazione come parte del processo di chiarificazione e di preparazione del vino per l’imbottigliamento. Quindi, in molti casi, i vini in commercio hanno già subito questo processo.

Tuttavia, la decantazione del vino può essere fatta anche a casa dagli appassionati che desiderano migliorare l’esperienza di degustazione. Molti consumatori, infatti, decantano il vino prima di servirlo, utilizzando decanter che si trovano in commercio in vari tipi.

Quali vini si decantano

La maggior parte dei vini che traggono beneficio dalla decantazione sono quelli che si sono sottoposti a un invecchiamento prolungato, specialmente i vini rossi. Questo è dovuto al fatto che i vini rossi tendono ad accumulare sedimenti durante il processo di invecchiamento, che possono alterare il gusto e l’aspetto del vino quando viene versato direttamente dalla bottiglia.

Alcuni esempi di vini che spesso richiedono la decantazione includono:

  • vini rossi di alta qualità, come il Bordeaux, il Barolo, il Brunello di Montalcino, il Chianti Classico Riserva, il Rioja Gran Reserva e altri vini rossi di annate più mature;
  • vini dolci e fortificati come Port e Sherry invecchiati, che possono beneficiare della decantazione per separare i sedimenti e permettere loro di esprimere appieno i loro aromi complessi;
  • altri vini di alta qualità provenienti da regioni vinicole emergenti come la California, l’Australia o il Cile, che possono richiedere la decantazione a seconda del processo di vinificazione e invecchiamento specifico.

I vini bianchi e i vini più leggeri tendono a produrre meno sedimenti durante l’invecchiamento; quindi, la decantazione non è spesso necessaria per questi tipi di vino. Ci sono però alcuni vini bianchi che possono trarre beneficio dalla decantazione come i vini bianchi della Borgogna o della Valle della Loira, che possono sviluppare una certa complessità e beneficiare della decantazione per esaltarne gli aromi e la struttura. O ancora, i vini bianchi strutturati come alcuni Chardonnay di alta qualità invecchiati in botte possono trarre beneficio dalla decantazione per permettere al vino di "respirare" e rivelare ulteriori strati di complessità e profondità.

Tuttavia, in linea di massima, se un vino risulta essere torbido o presenta sedimenti visibili, può essere utile fare la decantazione. Allo stesso modo, se hai un vino che ha trascorso diversi anni in bottiglia, potrebbe essere necessaria la decantazione.

In generale, se hai dei dubbi su un vino specifico, puoi eseguire un test di degustazione prima e dopo la decantazione per valutare se ci sono differenze significative nella nitidezza, nell’aroma e nel gusto. Certamente occorre essere un minimo appassionati di vino per capire se c’è questa necessità.

Decanter: cos’è e a cosa serve

Il decanter, grazie alla sua particolare forma allargata nel fondo e più stretta all’altezza del collo, permette la decantazione di un vino, vale a dire una delicata e a volte necessaria operazione che permette di gustare al meglio un vino, generalmente rosso. Si tratta per la maggior parte di vini che hanno subito un lungo processo di affinamento, vale a dire vini invecchiati che presentano un naturale deposito sul fondo della bottiglia – che ne compromette però la limpidezza.

È chiaro allora che il decanter per vino si fa necessario per separare il vino da eventuali sedimenti che si creano con il passare del tempo – nel caso di vini di lungo invecchiamento -, oppure per favorire l’ossigenazione di un vino novello, che tramite questo delicato travaso può esprimere al meglio e più velocemente il suo bouquet aromatico, assumendo maggiore complessità organolettica. Di fatto, le linee panciute del decanter aiutano a ridurre la quantità di anidride carbonica e di sedimenti nella bevanda, che risulterà più gradevole al palato.

Quando usare il decanter

Appare quindi limpidissimo – proprio come un vino decantato! – che la regola d’oro da tenere a mente è di utilizzare il decanter solo in due casi. Il primo è quello di un vino ormai maturo, che con la caraffatura può liberarsi dagli inevitabili depositi di sedimenti dati dal lungo affinamento; il secondo riguarda invece i vini più giovani, che hanno bisogno di ossigenazione per regalarci il loro gusto più autentico.

Qualsiasi sia lo scenario, decantare il vino nel modo giusto ci permetterà di gustarlo intensamente, con un’esplosione di sapori e profumi. Gli esperti sconsigliano però di utilizzare il decanter su vini rossi troppo invecchiati, che quindi hanno affinato a lungo in bottiglia: dopo molti anni senza ossigeno, un’ossigenazione così rapida e intensa potrebbe danneggiarli irrimediabilmente.

Come usare il decanter

Il travaso del vino invecchiato deve avvenire lentamente, senza movimenti bruschi e senza farlo gorgogliare. Quello giovane va invece fatto scrosciare direttamente nell’anfora per favorire l’ossigenazione. Per evitare che i sedimenti entrino nel decanter o che il deposito entri a contatto con l’ampolla, il consiglio è quello di tenere la bottiglia vicino a una fonte di luce, così da fermarci al momento giusto. Ricordiamoci poi di lasciare la bottiglia a tavola accanto al decanter, per permettere agli eventuali ospiti di leggere l’etichetta.

I migliori decanter per vino di design

I decanter non sono tutti uguali; anzi, in commercio ne esistono delle forme più svariate, da quelli standard a quelli a caraffa, passando per il decanter grande, quello ad anatra – con o senza manico -, a corno o ancora a cigno. In via generale, i modelli con il collo più ampio sono indicati per i rossi più giovani, in quanto favoriscono molto l’ossigenazione, mentre i decanter con il collo stretto vanno a contenerla e sono quindi indicati per i vini rossi più invecchiati. Ecco alcuni consigli.

Kitchen Craft – Decanter per vino

Kitchen Craft – Decanter per vino

Kitchen Craft – Decanter per vino

Questo decanter per vino dal design tradizionale è fatto a mano e realizzato singolarmente, con una capacità da 1,5 litri; presenta un collo stretto con la parte superiore inclinata, che prorompe in un’ampia base curva, per permettere alla bevanda di sprigionare aromi e sapori precedentemente racchiusi nella struttura del vino, rendendolo più morbido e complesso. Grazie al suo design, questa caraffa per decantazione in vetro promette una preparazione eccellente del vino, pur essendo molto semplice da usare.

Le Chateau – Decanter per vino

Le Chateau – Decanter per vino

Le Chateau – Decanter per vino

Questo decanter per vino presenta un ampio diametro di 22 cm, che consente al vino di ossigenare e di sprigionare tutta la sua purezza, nonché gli aromi e i sapori che lo caratterizzano. Il vetro è stato soffiato artigianalmente e progettato in modo strategico, affinché possa contenere fino a 750 ml di vino, ovvero un’intera bottiglia. Il vetro è privo di piombo, per un articolo in grado di impreziosire ogni ambiente, e che, con la sua apertura superiore, permette di versare il vino in maniera elegante, prevenendo schizzi e macchie.

Glastal – Decanter per vino

Glastal – Decanter per vino

Glastal – Decanter per vino

Decantazione, aerazione e filtraggio: questo decanter promette tre funzioni in un unico prodotto, grazie alla presenza di un ingresso a cascata e di un classico design a caraffa. Quando si versa il vino, i piccoli fori sul coperchio filtrano i residui, rendendo il gusto più morbido. Il beccuccio curvo e i bordi sottili del coperchio aiutano a minimizzare il gocciolamento quando si versa il vino e lo mantengono più pulito e igienico. La caraffa è in cristallo senza piombo e il coperchio è realizzato in acciaio inossidabile e silicone.

Nutriups – Decanter per vino

Nutriups – Decanter per vino

Nutriups – Decanter per vino

Questo decanter per vino di design presenta una peculiare forma a U, che ricorda una sinuosa lira da esporre nelle nostre case – qualsiasi sia il loro stile – e da servire in tavola in ogni occasione. La caraffa presenta due bocche superiori di dimensioni differenti, utili a favorire la circolazione dell’aria, e di conseguenza ad accorciare il tempo di decantazione della bevanda. Perfetto per vini molto tannici come Barolo, Bordeaux, Cabernet Sauvignon, Porto e Rodano.

ASOG – Ossigenatore con decanter per vino

ASOG – Ossigenatore con decanter per vino

ASOG – Ossigenatore con decanter per vino

In questo caso, ci troviamo di fronte ad un decanter assai particolare, un ossigenatore in silicone capace di decantare e ossigenare immediatamente il vino. Non solo, è dotato di un filtro in acciaio che migliora sensibilmente il sapore del nostro vino, perché trattiene tutti i sedimenti che nel tempo si sono depositati sul fondo, portando la degustazione di vino al livello successivo.

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963