BUONISSIMO
Seguici

Cosa mangiare per avere sempre i denti sani e belli

L'alimentazione favorisce l'insorgere della carie sin dai primi anni di vita, impariamo a combatterla salvando così i nostri denti.

Cosa mangiare per avere sempre i denti sani e belli

Carie, sono ben pochi coloro che possono affermare di non aver avuto mai problemi ai denti per questo motivo, un’alimentazione non corretta, e le cattive abitudini che si son radicate, certamente non aiutano a mantenere i propri denti nella forma migliore.

Ecco allora un vademecum dell’ANDI, Associazione Nazionale Dentisti Italiani, che potrà tornarci utile per la perfetta forma dei nostri denti:

  1. Evitare gli zuccheri, una regola molto difficile da seguire, sia per le mille tentazioni sia perchè il saccarosio, una delle maggiori cause di carie, viene utilizzato per molti alimenti, tra i quali le pastine e nei cereali per la prima colazione.
  2. Limitare la permanenza del cibo nel cavo orale: più che la qualità degli alimenti, la loro permanenza sui denti sembra avere un effetto più corrosivo, è importante anche effettuare una corretta igiene orale dopo ogni pasto.
  3. Evitare i dolci “appiccicosi”: le caramelle morbide tendono ad attaccarsi ai denti, prolungando il contatto tra il dente e lo zucchero, con conseguente aumento della corrosione dello smalto del dente.
  4. Masticare a lungo ogni boccone soprattutto gli alimenti duri aiutano ad eliminare residui di cibo.
  5. Educare correttamente i bambini sin da piccoli: le statistiche affermano che già a 6 anni i bambini sviluppano qualche carie, è possibile agire in una duplice maniera, insegnando ai bambini a non esagerare con i dolciumi e abituandoli a una corretta igiene orale.
  6. Lavarsi sempre i denti, con regolarità per almeno due minuti e alla fine passare il filo interdentale per eliminare tutte le tracce di cibo
  7. Masticate un chewing gum: se non potete effettuare durante la giornata una corretta igiene orale usate una gomma da masticare senza zucchero, magari al fluoro o allo xilitolo.
  8. Effettuare con regolarità, almeno ogni 6 mesi, un controllo dentistico per verificare lo stato del nostro smalto (magari approfittando delle sistematiche campagne gratuite di prevenzione).

In ogni caso, per qualsiasi problema, specialisti odontoiatri sapranno consigliarvi al meglio e offrire una consulenza adatta alle vostre esigenze.

Cibo morbido e cibo duro: quale è più salutare

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963