BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Acquavite

Un ingrediente straordinario utilizzato da secoli in cucina per creare bevande alcoliche, e non solo. Scopriamo tutti gli usi dell'acquavite Acquavite

L’acquavite, conosciuta anche con il termine distillato, è una bevanda spiritosa ottenuta dalla distillazione di liquidi zuccherini fermentati che possono avere diverse origini. Solitamente vengono impiegati cereali, tuberi, frutta, vino o radici. Si tratta sostanzialmente di una bevanda alcolica la cui concentrazione di alcool deve superare il 15%. L’acquavite può essere prodotta anche attraverso la macerazione o con l’aggiunta di aromi. Si tratta quindi di un preparato che è alla base di tantissime bevande che portiamo ogni giorno in tavola.

Acquavite, proprietà principali

Quando parliamo di acquavite ci riferiamo sempre a una bevanda spiritosa che presenta almeno un volume alcolico del 15%. La categoria è molto vasta e comprende quindi anche i liquori, gli amari e, in generale, qualsiasi distillato ottenuto con una materia zuccherina previa fermentazione. Ovviamente, in base all’ingrediente, si ottengono preparazioni differenti. Dalle vinacce, per esempio, si ottiene la grappa, mentre dal mosto d’uva otteniamo l’acquavite di uva e, ancora, dalla canna da zucchero ricaviamo il rum. Questa tecnica di distillazione è antichissima al punto tale che le sue origini sembrano risalire ai babilonesi e agli antichi egizi che utilizzavano vino e sidro.

Acquavite, valori nutrizionali

Per calcolare l’apporto calorico specifico dell’acquavite dobbiamo considerare l’ingrediente utilizzato per la distillazione del liquido fermentato che può avvenire attraverso i cereali, le radici, i tuberi amidacei, i frutti o il vino. In generale, comunque, possiamo considerare che in 100 grammi di prodotto ci sono circa 295 kcal.

Acquavite, usi in cucina

Come è intuibile, l’acquavite rappresenta un ingrediente fondamentale per tantissime preparazioni. Attraverso l’utilizzo del vino si possono ottenere il cognac e il brandy. I cereali, invece, ci permettono di creare whisky e gin. Dalle radici e dai tuberi amidacei, invece, si ottengono tantissime altre bevande alcoliche come i liquori alle erbe. L’acquavite, inoltre, può trasformarsi anche nell’ingrediente strategico per preparazioni e ricette dolci o salate, come i taralli.

LEGGI TUTTO
  1. Torta gallurese di ricotta
  2. Gubana - Versione alternativa
  3. Smokvenjak
  4. Taralli alla molisana

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963