BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Aringhe sotto sale

Un pesce particolarmente sicuro per l'essere umano e ricco di benefici per l'organismo: l'aringa è una piacevole aggiunta in molte ricette Aringhe sotto sale

Aringhe sotto sale, proprietà principali

Le aringhe sotto sale sono comodissime da conservare in cucina. Proprio questo metodo di conservazione, infatti, consente loro una lunga durata. In vasetto, sono sempre a portata di mano e possono essere aggiunte all’occorrenza a tantissime ricette salate, meglio se in abbinamento a prodotti in grado di contrastare l’alto contenuto di sale delle aringhe. Prima di utilizzarle, meglio tenerle qualche ora in acqua affinché perdano la maggior parte del sale in eccesso. Dagli antipasti ai primi piatti, dalle pizze ai secondi piatti e ai contorni, le aringhe sotto sale sono versatili in cucina. Si mangiano sui crostini in un aperitivo e impreziosiscono molte altre ricette, donando un tocco di mare sapido.

Aringhe sotto sale, valori nutrizionali

100 grammi di aringhe sotto sale apportano 215 kcal circa. Da notare che non esiste una porzione di aringhe sotto sale indicata per persona in quanto solitamente queste vengono utilizzate solo in pochi pezzi all’interno dell’intera ricetta. Le aringhe non contengono carboidrati, contengono invece proteine (17 grammi). 20 sono i grammi degli amminoacidi, mentre i grassi sono circa 16 grammi. Ricche di acidi grassi omega-3, vitamine del gruppo B e vitamina E, sono fonte di selenio, ferro, fosforo, calcio, potassio e zinco. Le aringhe sotto sale contengono 110 mg di colesterolo e condividono molti valori nutrizionali con le acciughe sotto sale.

Aringhe sotto sale, benefici e controindicazioni

Le aringhe sono pesci alleati del nostro organismo, in particolar modo supportano l’azione dei globuli rossi, delle ossa e del sistema nervoso. Contenendo omega 3, apportano benefici a livello del sistema cardiovascolare. Tantissimi sono i benefici che apportano a pelle, occhi e altri organi e tessuti. Ciò che forse non si dice spesso è che l’aringa ha un bassissimo contenuto di mercurio e per questo viene considerato un pesce sicuro per l’essere umano.  Le aringhe sono ricche di purine, per questo non indicate per i soggetti che soffrono di gotta di eccesso di acidi urici. Da moderare il consumo nei soggetti ipertesi a causa dell’alto contenuto di sodio.

LEGGI TUTTO
  1. Aringhe al limone
  2. Insalata Shuba

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963