BUONISSIMO
Seguici

Salsa di pomodoro fatta in casa: cosa ti serve

Che sia una scusa in più per stare in famiglia in estate o un modo per ottimizzare le scorte in casa, fare la salsa di pomodoro è un rito che non perderà mai il suo fascino

Salsa di pomodoro fatta in casa: cosa ti serve

Se Colombo non avesse scoperto le Americhe oggi noi non mangeremmo il pomodoro. Una considerazione storica che se fosse stato altrimenti avrebbe creato un vuoto gastronomico non da poco, considerando che il pomodoro non solo è tra le 10 verdure più consumate al mondo ma è proprio in Italia che trova un consumo pro capite tra quelli più elevati, intorno ai 35 kg annui. Come ci insegnano le nostre mamme, e prima ancora le nostre nonne, il pomodoro è un alimento che può essere destagionalizzato grazie alla passata! Questo rito dalla dimensione squisitamente domestica è stato un aggregatore per molte famiglie durante le estati, un invito alla lentezza più gentile per celebrare la terra e suoi frutti. Oltre a essere utilizzato a crudo, condito con un filo d’olio, sale e basilico, oppure cucinato come per i pomodori al riso, il segreto per averlo in casa tutto l’anno è prepararlo per tempo e stiparlo nella credenza. Che sia pelato, polpa, concentrato o, appunto, passata, il suo gusto resta inconfondibile nella dieta mediterranea e fonte di ispirazione per innumerevoli ricette ma la pasta con la passata di pomodoro fatta in casa resta il comfort food senza tempo più autentico che ci sia.

Ecco la lista degli strumenti per fare in casa la salsa di pomodoro

  • Pentola in acciaio

L’unico passaggio sul fornello è per fare bollire i pomodori che, dipende dalla quantità, andranno fatti bollire con coperchio, tipo questa, ideale per cuocere anche zuppe, stufati o ragù. Il rivestimento in acciaio inox assicura una cottura uniforme conservando calore e umidità all’interno. Fateli cuocere a fuoco moderato con il coperchio fin quando non si saranno ammorbiditi.

  • Passaverdure/Spremipomodoro

A seconda dei chili di pomodoro che avete intenzione di rendere passata potete usare due strade: avvalervi di un passaverdure con una maglia tra fine e media da girare manualmente oppure avvalervi di uno spremipomodoro elettrico che vi farà risparmiare la fatica delle braccia. Ad accogliere la salsa liscia e densa che otterrete una bowl per raccogliere il liquido che prima di rimettere sul fuoco si consiglia sempre di filtrare con con un colino al fine di ottenere un composto ancora più liscio e vellutato. Cuocere a fiamma dolce per circa un’ora ricordandosi di mescolare di tanto in tanto.

  • Set di bottiglie in vetro

A questo punto sfoderate il vostro set per procedere all’ultima fase: l’imbottigliamento. Forse prima ancora di comprare le chilate di pomodori, avendo cura di scegliere un ortaggio di prima qualità saporito, è cosa buona e pratica organizzarsi con bottiglie in vetro come queste o barattoli da conserva per le monoporzioni da conservare in dispensa e usare all’occorrenza. Fondamentale è sterilizzarle prima dell’uso, banalmente mettendole in una pentola piena d’acqua da portare a ebollizione. Sanificate le bottiglie asciugarle molto bene e procedere al travaso della passata di pomodoro ancora calda aiutandosi con un imbuto e prestando attenzione a lasciare 2-3 cm dal bordo. Chiudete bene i tappi ottenendo la chiusura ermetica garantita dal classico clack, metteteli in una pentola con acqua calda e lasciateli bollire per generare il sottovuoto (i vasetti richiederanno anche mezzora per le bottiglie più grandi attendere una quarantina di minuti). Lasciare raffreddare prima di riporre in dispensa.

Un lavoro abbastanza lungo e impegnativo che vi ripagherà durante l’anno quando aprirete quella conserva fatta con le vostre mani e con tanto amore per condire i vostri piatti preferiti.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963