BUONISSIMO
Seguici

Carote: 5 varietà (non arancioni) da provare e come gustarle

Quali sono le varietà di carote non arancioni? Eccone 5 da scoprire, le loro proprietà nutrizionali benefiche e i consigli per gustarle.

Carote: 5 varietà (non arancioni) da provare e come gustarle

Le carote donano gusto e allegria ai nostri piatti con la loro dolcezza, la loro consistenza croccante e il loro colore vivace. O meglio, i loro colori vivaci, perché accanto alle classiche carote dalle tonalità arancio ci sono tante varietà di carote non arancioni. Varietà che sono anche le più autentiche: il colore arancione di questo ortaggio, infatti, non esiste in natura ma è stato creato ad arte in Olanda, tra Cinquecento e Seicento, ed è diventato rapidamente il più diffuso. Ma non l’unico. Scopriamo perché le carote sono arancioni, quali sono le varietà non arancioni, quali proprietà benefiche le caratterizzano e come usarle in cucina.

Carote arancioni: quando sono nate

In origine, le carote erano per lo più viola. Il colore arancione è un’invenzione degli agricoltori olandesi, che a cavallo tra XVI e XVII secolo lo costruirono a tavolino, con un’accurata selezione delle sementi, in onore della dinastia Orange. Nacquero così le carote arancioni, che in breve tempo soppiantarono le loro antenate. Tuttavia, alcune di quelle varietà antiche non si sono estinte oppure sono state recuperate nel tempo, soprattutto nelle produzioni locali, di nicchia o biologiche. L’International Carrot Day, che si celebra il 4 aprile, è l’occasione giusta per assaggiarle.

Carote non arancioni: varietà, proprietà e usi in cucina

Le diverse varietà di carote non arancioni si distinguono non solo per il colore, ma anche per le proprietà nutrizionali, il gusto e gli utilizzi in cucina. Eccone 5 che ti consigliamo di provare.

Carote viola

Le carote viola devono il loro colore alla ricchezza di antociani, pigmenti della famiglia dei flavonoidi dall’azione antiossidante. Grazie a queste sostanze, stimolano la circolazione e aiutano a mantenere il cuore e i vasi sanguigni in salute. Puoi usare questa varietà per preparare una vellutata di carote, un purè o delle chips da sgranocchiare.

Carote gialle

Le carote gialle sono ricche di luteina, un carotenoide antiossidante molto benefico per la salute degli occhi. Proteggono la retina dai danni dei raggi solari e aiutano a prevenire alcune problematiche tipiche dell’invecchiamento, come la cataratta e la degenerazione maculare senile. Con il loro sapore intenso, meno dolce di quello delle carote arancioni, le carote gialle sono perfette per dare un tocco di gusto e vivacità a insalate e minestroni.

Carote bianche

Sembrano rape, ma in realtà anche le carote bianche appartengono alla famiglia delle carote. Sono una varietà antica, meno dolce delle comuni carote arancioni ma molto aromatica. Tra le carote bianche spicca quella di Küttigen, un paesino del Canton Argovia, in Svizzera. La loro delicatezza le rende ottime da abbinare a cibi saporiti, come le carni o le verdure dal gusto deciso, per esempio il sedano rapa.

Carote giallo-viola di Tiggiano

Le carote di Tiggiano, in provincia di Lecce, hanno una colorazione cangiante che va dal giallo chiaro al viola scuro, a seconda del grado di maturazione. Questa varietà si chiama anche Pestanaca (il nome dialettale della carota) di Sant’Ippazio, perché è protagonista della fiera del 19 gennaio dedicata al santo, patrono di Tiggiano. Si tratta dell’unica varietà che contiene cianidina, un pigmento organico dalle proprietà antinfiammatorie. Per la sua consistenza fibrosa, non si mangia cruda ma bollita, tradizionalmente condita con l’aceto.

Carote multicolore di Polignano

Le carote di Polignano sono una cultivar pugliese, presidio Slow Food, che si coltiva in un fazzoletto di terra di 20 ettari nella zona di Polignano a Mare, in provincia di Bari, precisamente nella frazione di San Vito. Ogni anno i contadini della zona selezionano le piante migliori, le mettono a dimora, scelgono i semi delle più floride e le ripiantano senza preoccuparsi del colore. Il risultato è un mix di carote dalle tante sfumature, arancioni ma anche gialle e viola scuro. Oltre ad essere multicolore, questa varietà non arancione di carote è meno dolce della altre, anzi, è quasi salata. La vicinanza al mare, infatti, le dona una caratteristica sapidità che la rende perfetta per risotti e contorni.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963