BUONISSIMO
Seguici

Patate rosse

Le patate rosse, che possono essere impiegate normalmente al posto delle tradizionali patate, sono ricche di proprietà nutritive interessanti. Patate rosse

Le patate rosse sono tuberi caratterizzati dalla buccia esterna di colore rosso. La polpa interna invece può assumere una colorazione bianca o gialla. In rari casi la pigmentazione rossa può raggiungere la parte più esterna della polpa, quella a contatto con la buccia. Di forma tondeggiante, sono solitamente più piccole delle patate tradizionali. Gran parte delle patate rosse in commercio nel nostro Paese sono coltivate nelle zone a ridosso degli Appennini, specie in Toscana, Umbria, Marche ed Emilia Romagna. Tra le varietà più conosciute e facilmente reperibili in commercio, occorre citare la patata rossa di Cetica e la patata rossa di Colfiorito.

Patate rosse, i valori nutrizionali

Una porzione, corrispondente a 100 grammi di patate rosse, fornisce un contenuto calorico di circa 70 kcal. Vi è anche una piccola percentuale di grassi (0,14 grammi ogni 100 grammi di alimento): tuttavia si tratta di grassi polinsaturi, poco dannosi per l’organismo. Troviamo inoltre circa 16 grammi di carboidrati e 1,9 grammi di proteine. Rispetto alle patate tradizionali contengono più antiossidanti, che contrastano la formazione di radicali liberi e proteggono dall’insorgenza di numerose malattie. Tra i minerali contenuti nelle patate rosse ci sono magnesio, fosforo e soprattutto potassio, elemento importantissimo per la regolazione della pressione del sangue. Sono inoltre una buona fonte di vitamina C ed acido folico.

Patate rosse, come si usano

Ovviamente la patata rossa è un alimento che deve essere consumato a seguito di cottura. La consistenza di questo tubero consente di cucinarlo in svariati modi, arrosto, lesso, in umido o anche fritto. Inoltre può accompagnare numerose preparazioni, come la carne o il pesce. Il procedimento di cottura comporta tuttavia la perdita di parte dei nutrienti contenuti nell’alimento crudo. Le patate rosse, come d’altra parte quelle tradizionali, sono alimenti privi di glutine. Tale caratteristica le rende molto adatte per chi soffre di celiachia o per chi ha necessità di seguire diete povere di glutine. Le patate rosse hanno un alto indice glicemico, per questo motivo è bene consumarle con moderazione. Un consiglio utile è quello di cucinarle con la buccia, dopo averle lasciate in ammollo per diverse ore.

LEGGI TUTTO
  1. Vellutata di patate viola
  2. Patate al forno gratinate

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963