BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Funghi mazze di tamburo

I funghi mazze di tamburo, deliziosi trifolati in padella o fritti, sono una varietà molto grande e dalle interessanti proprietà: ecco come cucinarli. Funghi mazze di tamburo

L’autunno è la stagione ideale per i funghi, che tuttavia sono spesso in commercio tutto l’anno. Le varietà sono tantissime, alcune commestibili e altre molto velenose – motivo per cui è importante stare davvero attenti se ci si vuole cimentare con prodotti raccolti in autonomia (è sempre meglio affidarsi ad un esperto). I funghi mazze di tamburo, ad esempio, sono leggermente tossici da crudi e per questo motivo vanno consumati solo dopo previa cottura prolungata.

Funghi mazze di tamburo, proprietà principali

I funghi mazze di tamburo (il cui nome scientifico è Macrolepiota procera) sono chiamati anche funghi ombrelloni o parasoli per via del loro cappello di grandi dimensioni, che a piena maturità diventa convesso. Possiedono inoltre lamette fitte e irregolari, di colore giallastro, e un gambo slanciato e sottile. La loro carne è bianca o tendente al rosato, molto tenera e dal sapore dolce, con un leggero retrogusto di nocciola. Questa varietà di fungo è commestibile solo con riguardo al suo cappello, e solo dopo una lunga cottura. La sua versione essiccata viene da molti considerata sicura, tuttavia per motivi precauzionali è meglio provvedere a cuocerla ugualmente.

Funghi mazze di tamburo, valori nutrizionali

I funghi mazze di tamburo non sono particolarmente calorici, tuttavia non apportano grandi quantità di nutrienti importanti per la salute. Vi si trovano fibre insolubili, che giungono integre all’intestino e migliorano la sua funzionalità. Inoltre sono presenti tracce di vitamina PP, che contribuisce allo sviluppo del sistema nervoso e favorisce la digestione. Tra i sali minerali vi sono quantità discrete di potassio, fosforo e zinco. Assente invece il colesterolo, cosa che rende questi funghi ideali da consumare anche in caso di dieta.

Funghi mazze di tamburo, usi in cucina

Le mazze di tamburo sono funghi molto versatili: possono essere usati semplicemente trifolati in padella, con olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio, oppure cotti al forno o fritti. Sono un ottimo contorno e possono trovare impiego nella preparazione di salse d’accompagnamento per deliziosi secondi piatti di carne. Non sono invece ideali per cotture alla griglia o alla piastra, perché rischiano di restare parzialmente crudi (e perciò leggermente tossici) all’interno.

LEGGI TUTTO
  1. Mazze di tamburo fritte

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963