BUONISSIMO
Seguici

Pentole bruciate: come pulirle internamente ed esternamente

Hai lasciato una pentola sul fuoco e si è bruciata? Scopri quali sono i metodi e i prodotti da utilizzare per pulirla internamente o all'esterno.

come pulire una pentola bruciata

Capita a tutti di bruciare del cibo nella pentola. Basta pochissimo, infatti, anche una semplice distrazione, per ritrovarsi con le stoviglie bruciate, un vero e proprio incubo in cucina. Per fortuna, però, per macchie, bruciature e incrostazioni esiste la giusta soluzione. In questo approfondimento vedremo proprio come pulire una pentola bruciata, con tanti consigli pratici e rimedi naturali, economici, ecologici ed efficaci da mettere subito in pratica.

Come pulire una pentola bruciata: i rimedi più efficaci

Togliere il bruciato dalle pentole di casa è possibile con piccoli ed efficaci accorgimenti da mettere facilmente in pratica. Si tratta di soluzioni naturali ed economiche, che ci permetteranno con poco sforzo di far tornare a splendere le nostre stoviglie bruciate, eliminando incrostazioni e residui. Prima ancora di capire come pulire una pentola bruciata, è però importante sottolineare che usare una spugnetta abrasiva è sconsigliato, soprattutto se la nostra pentola è antiaderente, perché potrebbe rovinarla irrimediabilmente.

Aceto

Tra i classici rimedi per padelle bruciate c’è senza dubbio l’aceto. Dovremo ricoprire il fondo della pentola con dell’aceto bianco, per poi mettere la padella sul fornello, accendere il fuoco a fiamma dolce, e lasciarla bollire per qualche minuto. Ciò dovrebbe aiutare i frammenti di bruciato a staccarsi: quando iniziano a salire a galla, spegniamo il fuoco, lasciamo raffreddare e poi eliminiamo gli ultimi residui con una spatola o con una spugnetta morbida.

Padelle antiaderenti

Aceto e bicarbonato

Se al potere sgrassante dell’aceto si unisce la forza detergente del bicarbonato, il risultato non può deludere. Copriamo il fondo della pentola con una tazza d’acqua, mettiamo la padella sul fuoco a fiamma dolce, aggiungiamo una tazza di aceto e portiamo a ebollizione. Quando inizia il bollore, spegniamo la fiamma e versiamo nella pentola 2 cucchiai di bicarbonato di sodio.

Si formerà una leggera effervescenza. Lasciamo agire il composto. Dopo qualche minuto, eliminiamo l’acqua con aceto e bicarbonato e strofiniamo con una spugnetta morbida per rimuovere il bruciato. Se è particolarmente ostinato, passiamo sull’incrostazione del bicarbonato a secco – da applicare anche nel caso sia bruciata la superficie esterna della stoviglia.

In alternativa, per togliere il bruciato dalle pentole, possiamo sempre miscelare dell’aceto bianco e del bicarbonato in modo che si ottenga un composto da mettere sulla parte bruciata con un pennello da cucina in silicone. Lasciamo agire per alcune ore, poi strofiniamo con una spugnetta morbida la mistura sulla pentola fino a far staccare lo sporco.

Coca cola

Il potere corrosivo della coca cola è risaputo, perché non sfruttarlo per far tornare a splendere le pentole? Ricopriamo allora il fondo della padella bruciata con della coca cola, mettiamo la pentola sul fornello, e riscaldiamo a fuoco basso; poi spazzoliamo per qualche minuto la padella con una spazzola a setole rigide con un’impugnatura che ci permette di non bruciarci. Spegniamo il fuoco e continuiamo a spazzolare fino a eliminare completamente l’incrostazione.

Come togliere il bruciato dalle pentole di acciaio inox e in ceramica

Discorso a parte meritano le pentole in acciaio inox e quelle in ceramica, entrambe piuttosto resistenti. Le seconde tendono molto spesso a bruciarsi sui bordi, cosa che rende molto difficile pulirle in modo più profondo. In questo caso, immergiamole nel lavabo della cucina riempito con acqua calda e 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, lasciandole in ammollo per almeno 15 minuti; trascorso un quarto d’ora, sciacquiamo delicatamente, avendo sempre cura di utilizzare una spugna dalla superficie morbida.

Per una pentola bruciata in acciaio inox, tipicamente molto spessa e in grado di resistere anche a temperature molto alte, utilizziamo invece dell’acqua direttamente sul fondo della padella e facciamola bollire assieme a 2 cucchiai di aceto di vino bianco, in modo da togliere l’odore di cibo e far brillare le superfici.

Le migliori pentole antiaderenti da acquistare

Ora che sappiamo come pulire una pentola bruciata, avendo esplorato assieme diversi rimedi naturali, andiamo a consigliare alcuni modelli di pentole antiaderenti funzionali, resistenti e belli da vedere, con cui cucinare i nostri piatti preferiti.

Blue Diamond

Blue Diamond

Blue Diamond

Le pentole Blue Diamond presentano un rivestimento in alluminio e ceramica, per una superficie resistente e molto antiaderente, molto facile da pulire. Sono anche dotate di un coperchio di vetro e di una comoda impugnatura con rivestimento ultraresistente. Il rivestimento in ceramica con polvere di diamanti la rende particolarmente durevole e resistente, ed offre compatibilità con ogni tipo di fornello.

Moneta Etnea

Moneta Etnea

Moneta Etnea

Altre padelle antiaderenti che non possono mancare nelle cucine degli amanti della buona forchetta sono senza dubbio quelle della linea Moneta Etnea, con corpo in alluminio forgiato dallo spessore elevato, un rivestimento antiaderente Artech Stone Ultra. Si apprezza per il rivestimento esterno in Ptfe effetto pietra e un fondo che si adatta a ogni tipo di fuoco, tranne la piastra a induzione. I manici sono in bakelite, materiale noto per non surriscaldarsi.

Pentola Kamberg

Pentola Kamberg

Pentola Kamberg

Kamberg propone invece un’ottima collezione di pentole antiaderenti di varie dimensioni, realizzate in alluminio pressofuso, molto resistente e indeformabile. Le pentole sono dotate di coperchi in vetro con valvola per il vapore, un fondo a cinque strati e un resistente manico in acciaio inox.

Lagostina Ingenio Essential

Lagostina Ingenio Essential

Lagostina Ingenio Essential

Anche i set di pentole antiaderenti Lagostina sono in alluminio e dotate di un rivestimento antiaderente multistrato di qualità elevata, Meteorite Resistium, sicuro, di lunga durata e facilissimo da pulire. In più, i manici sono removibili, in modo da poter cuocere sia in forno che sul fornello, o di conservare i cibi in frigo; per ridurre l’ingombro in cucina, queste padelle possono essere comodamente impilate.

Aeternum Madame Petravera

Aeternum Madame Petravera

Aeternum Madame Petravera

Petravera propone la linea Aeternum Madame, particolarmente robusta grazie all’aggiunta di particelle minerali naturali. Come tutte le migliori padelle antiaderenti, offre la possibilità di cucinare senza grassi, consentendo di preparare cibi sani ed equilibrati. Il fondo Full Induction distribuisce più uniformemente il calore, permettendoci di risparmiare oltre il 30% di energia in cucina. Sono poi dotate di maniglie in soft touch e realizzate al 100% in alluminio riciclato, per una chiara impronta ecologica.

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963