BUONISSIMO
Seguici

Come essiccare la frutta: metodi e cosa utilizzare

Essiccare la frutta è un ottimo modo per conservarla a lungo e consumarla anche fuori stagione: scopri come farlo nel modo giusto per diversi frutti.

come essiccare la frutta

L’essiccazione è uno dei metodi di conservazione più antichi, e allo stesso tempo tra i più naturali. Si tratta di una tecnica ecologica e alternativa al congelamento per gustare frutta e verdura di stagione in ogni periodo dell’anno, e che consiste nel disidratare gli alimenti privandoli di circa l’80-90% dell’acqua. In questo modo potremo utilizzare ogni volta che vogliamo della deliziosa frutta secca: dalle insalate ai dolci e ai lievitati, beneficeremo delle sue inconfondibili note di sapore e del suo apporto nutrizionale indispensabile in una dieta sana e bilanciata. Vediamo dunque come essiccare la frutta direttamente a casa, con metodi naturali o con l’aiuto di elettrodomestici.

Quali tipi di frutta possiamo essiccare?

Prima ancora di esaminare insieme come essiccare la frutta con tutti i metodi attualmente disponibili, è bene chiarire che quasi tutte le varietà di frutta possono essere trattate con essiccazione a casa, a patto che siano al giusto grado di maturazione. Potremo quindi essiccare arance, fragole, albicocche, mirtilli, more e lamponi, e gustare pure banane, pere e mele essiccate, così come ananas, ciliegie, prugne, fichi, fragoline e frutti di bosco.

I benefici della frutta essiccata sono legati a doppio filo al processo di essiccazione; processo che, attraverso la disidratazione, permette alle proprietà nutrizionali degli alimenti di non andare disperse e di conservarne tutte le proprietà organolettiche, senza variarne il contenuto calorico. Allo stesso modo, l’assenza di acqua evita la proliferazione di germi e batteri, per frutta secca da sgranocchiare in tutta sicurezza come imbattibile fonte di energia nell’arco della giornata.

Essiccare la frutta al sole

Il primo metodo per essiccare la frutta è il più naturale, da mettere in pratica però solo durante la stagione estiva, proprio come facevano le nostre nonne che esponevano la frutta al sole. In questo caso, la frutta va accuratamente disposta su delle griglie metalliche o placche di acciaio, e protetta con un panno di garza grezza o da una retina a maglie molto fini. Di notte, poi, meglio spostare gli alimenti in casa, per evitare che vengano rovinati dall’umidità più intensa.

Come essiccare la frutta in forno

Per essiccare le arance e qualsiasi altro tipo di frutta amiamo sgranocchiare, possiamo impiegare anche il classico forno. Impostiamo l’elettrodomestico tra i 40 e i 60 gradi in modalità ventilata; se non presente nel modello che possediamo a casa, possiamo ottenere il medesimo risultato lasciando lo sportello leggermente aperto. Fatto questo, denoccioliamo e tagliamo la frutta a fette sottili, per andare a disporla sulla teglia ricoperta con della carta da forno. Inforniamo e lasciamo gli alimenti in forno dalle 4 alle 12 ore, a seconda della quantità di acqua presente nel frutto che abbiamo deciso di disidratare.

Essiccare la frutta con il microonde

Per mele essiccate sempre croccanti e per tutti gli altri tipi di frutta da disidratare, possiamo affidarci anche al microonde. Il procedimento è molto semplice: posizioniamo un foglio di carta da forno nell’apparecchio, su cui disporre le fettine di frutta tagliate molto sottili, e impostiamo il timer per circa un minuto; successivamente, aumentiamo il tempo di cottura di 30 secondi alla volta fino a quando la frutta non sarà completamente disidratata.

Essiccatore per frutta 

Chiunque si chieda come essiccare la frutta, non può certo ignorare la pratica azione degli essiccatori elettrici. Si tratta infatti del metodo più diffuso per essiccare la frutta comodamente tra le mura domestiche, capace di assicurare l’evaporazione dell’acqua e, contemporaneamente, il mantenimento del livello di minerali e vitamine negli alimenti scelti.

Il funzionamento di questi macchinari prevede che l’aria venga aspirata dall’ambiente e fatta passare attraverso una ventola su una resistenza elettrica, per arrivare infine sull’alimento. Il flusso d’aria che viene a crearsi può essere orizzontale o verticale, in base al modello di essiccatore per frutta che possediamo – o che decideremo di acquistare. Per disidratare la frutta correttamente dovremmo scegliere sempre prodotti maturi, tenendo a mente che più il frutto contiene acqua più ore dovrà rimanere nell’essiccatore.

I migliori essiccatori per alimenti

Con un essiccatore per frutta, l’antico metodo anti-spreco della nonna si fa ancora più efficace, con i tempi ridotti sensibilmente grazie alla tecnologia. Sul mercato ne esistono di vari tipi, in base al modello e alle funzioni: eccone alcuni che si riveleranno dei preziosi alleati in cucina.

Essiccatore B-dry di Ariete

Essiccatore B-dry di Ariete

Essiccatore B-dry di Ariete

Pratico e piuttosto economico, l’essiccatore B-dry di Ariete è dotato di 5 cestelli intercambiabili che permettono di disidratare tanti cibi differenti contemporaneamente, da conservare tutto l’anno senza che vi sia il bisogno di aggiungere additivi e conservanti. I cestelli trasparenti BPA free permettono poi di seguire l’intero processo di essiccatura, ovviamente a temperatura regolabile.

Essiccatore in acciaio inox Cosori

Essiccatore in acciaio inox Cosori

Essiccatore in acciaio inox Cosori

Un essiccatore estremamente completo e pluriaccessoriato, che comprende addirittura i setacci a rete e le basi per rotoli di frutta. Presenta un’utile funzione memoria, assieme ad una che protegge il macchinario dal surriscaldamento. Non mancano temperatura regolabile e 5 livelli diversi su cui far essiccare i cibi. Nella confezione è presente anche un gradito ricettario con più di 50 ricette per essiccatore per alimenti, così da sperimentare con profumi e sapori.

Essiccatore per alimenti Suntec

Essiccatore per alimenti Suntec

Essiccatore per alimenti Suntec

Se volete sapere come essiccare la frutta più pregiata, ecco a voi la risposta: l’essiccatore Suntec promette infatti una disidratazione delicata, lavorando su 5 livelli e due distanze – vale a dire 1,5 e 3 centimetri. Tramite la regolazione della temperatura manuale raggiunge i 70 gradi, per trasformare una semplice mela in patatine croccanti oppure in fette di frutta da mangiare per calmare la fame mentre lavoriamo da casa.

Essiccatore per frutta e verdura Mimiya

Essiccatore per frutta e verdura Mimiya

Essiccatore per frutta e verdura Mimiya

Realizzato in acciaio inox inossidabile, questo prodotto si lascia apprezzare soprattutto per le dimensioni, che gli permettono di occupare solo lo spazio di un fornetto. Ha 6 ripiani e una scheda a LED con funzione di memoria per impostare il timer e il tempo, con opzione di autospegnimento qualora si surriscaldi. La disidratazione uniforme è garantita dai 400 W di potenza e dalla ventola di circolazione automatica in dotazione.

Essiccatore per alimenti Meykey

Essiccatore per alimenti Meykey

Essiccatore per alimenti Meykey

Si tratta di uno tra i migliori essiccatori presenti sul mercato, in grado di mantenere invariato il sapore della frutta. Questo perché, il processo di disidratazione su 5 livelli avviene in modo lento e controllato, con cui realizzare facilmente snack salutari e nutrienti per tutta la famiglia.

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963