BUONISSIMO
Seguici

Combattere lo spreco alimentare

Il 5 febbraio in Italia ricorre la Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare: ecco come impegnarsi, ciascuno nel proprio piccolo

Combattere lo spreco alimentare

Il 5 febbraio in Italia ricorre la giornata la Giornata nazionale contro lo spreco alimentare. Una occasione da non perdere che pone l’attenzione sulle tonnellate di cibo che ogni giorno vengono sprecate nel nostro Paese, circa 3,6 milioni di tonnellate (dato aggiornato nel 2020). Una delle ultime ricerche dell’Osservatorio Reale Mutua, dedicata all’agricoltura e alle abitudini d’acquisto, segnala un dato importante e sottolinea una nuova sensibilità da parte dei consumatori nel post pandemia. Così 1 italiano su 3 guarda alle app per fare la propria parte ed evitare sprechi. Le nuove tecnologie vengono, quindi, in soccorso permettendo, ad esempio, di comprare a prezzi inferiori prodotti agroalimentari invenduti, o imperfetti o prossimi alla scadenza.

Il caso Too Good To Go

Too Good To Go è l’app che combatte lo spreco alimentare ed è arrivata a Roma nel 2019. Nasce quattro anni prima in Danimarca con l’obiettivo di combattere lo spreco alimentare ed è tra le prime posizioni negli App Store e Google Play di tutta Europa. Questa applicazione permette a bar, ristoranti, forni, pasticcerie, supermercati ed hotel di recuperare e vendere online – a prezzi ribassati – il cibo invenduto "troppo buono per essere buttato" grazie alle Magic Box, delle "bag" con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo. Too Good To Go si è recentemente distinta con la campagna post feste natalizie #SaveThePanettone in cui il Maestro pasticciere Ernst Knam aveva elaborato una ricetta ad hoc per l’eBook, finalizzata al recupero dei dolci ricevuti in dono durante le festività. “Il Patto contro lo Spreco Alimentare è uno dei progetti a cui puntiamo con più forza e con maggiore ambizione per portare un impatto che vada sempre più al di là dell’app – spiega Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go, a un anno esatto dal lancio -. Sono stati somministrati più di 20 webinar, inviate newsletter bimestrali sul tema spreco alimentare e sostenibilità, promosse campagne congiunte di sensibilizzazione contro gli sprechi e dato il via a un progetto, quello delle Super Magic Box, che ha permesso di salvare tonnellate di prodotti dai magazzini delle aziende, oltre che a destinare a Croce Rossa Italiana più di 60.000 euro di beni alimentari".

Buone abitudini per ridurre lo spreco

  1. Non giudicate il cibo dall’aspetto: è una convenzione che l’arancia debba avere la buccia lucida o che la la mela buona sia solo senza ammaccature. È sbagliato giudicare a prima vista, sia le persone che il cibo. In questo caso basterà un morso per farvi cambiare opinione.
  2. Organizzare la spesa con criterio: il modo più responsabile per fare acquisti è chiedersi se ne abbiamo veramente bisogno e pianificare i pasti durante la settimana permetterà di avere tutto sotto controllo.
  3. Verificare la data di scadenza: a volte, presi dalla smania dell’offerta, dimentichiamo di controllare la prossimità di scadenza rischiando di comprare un prodotto a un prezzo sì vantaggioso ma che alla fine non riusciremo comunque a consumare in tempo.
  4. Livellare il frigo: quando sistemiamo le buste della spesa facciamolo con criterio anche per dare la giusta collocazione ai cibi che risentono delle temperature. Quindi, al piano più basso carne, pesce e verdure nei cassetti; nel mezzo affettati e conserve; in alto, latticini e dolci. Questo schema sarà utile anche per monitorare le scorte in casa.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963