BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Erba medica

L'erba medica, di cui si consumano generalmente i germogli, è un alimento ricostituente e ricco di benefici per la salute: scopriamo le loro proprietà nutrizionali. Erba medica

L’erba medica, dal nome botanico Medicago Sativa, è una pianta appartenente alla famiglia delle leguminose. Originaria dell’Asia Minore, è diffusa anche nel nostro Paese, specie in Emilia Romagna, Marche, Lombardia e Veneto, oltre ad alcune aree della Campania e della Calabria.

Erba medica, proprietà principali

La pianta è prevalentemente usata come foraggio, sotto forma di fieno, o come farina zootecnica, successivamente ad un processo di disidratazione. L’erba medica è una pianta molto proteica, dunque molto valida per l’alimentazione dei bovini. Nell’alimentazione umana vengono usati i germogli di erba medica. Il loro utilizzo in cucina avviene solitamente a crudo: con il loro gusto delicato vanno ad arricchire insalate o possono costituire essi stessi un delizioso contorno per secondi piatti. Possono essere utilizzati per preparare creme o salse, o per insaporire delle polpettine vegetariane. Ad ogni modo è sempre meglio evitare qualsiasi tipo di cottura che potrebbe ridurre l’apporto dei nutrienti, come la vitamina C.

Erba medica, valori nutrizionali

Relativamente all’alimentazione umana, i germogli di erba medica rappresentano un alimento dal profilo nutrizionale molto ricco e completo. Dal contenuto calorico trascurabile, sono molto ricchi di proteine. I germogli di erba medica (detta anche alfa alfa) possiedono importanti quantità di vitamine come quelle del gruppo B, ma anche le vitamine E, K e C. Il buon profilo vitaminico rende questo alimento un ottimo ricostituente. Dal punto di vista dei sali minerali troviamo calcio, fosforo, ferro, zinco e potassio.

Erba medica, benefici e controindicazioni

Oltre ad essere un ottimo ricostituente, l’erba medica stimola l’appetito e riduce la stanchezza. Inoltre apporta importanti quantità di sali minerali e di clorofilla, quindi aiuta in caso di anemia. La sua azione detox permette di depurare il fegato e di pulire il colon, mentre la presenza di saponine le garantisce un ruolo fondamentale nel tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue. L’erba medica facilita inoltre la digestione e allevia disturbi gastrici come gastrite e ulcere, contiene poi buone quantità di calcio e di fitoestrogeni che si rivelano utili per combattere l’osteoporosi.

LEGGI TUTTO
  1. Zuppa giapponese

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963