BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Gombo in polvere

Il gombo in polvere è un prodotto poco conosciuto, ma ricco di proprietà nutrizionali interessanti: ecco i suoi benefici e le controindicazioni. Gombo in polvere

Gombo in polvere, proprietà principali

Il gombo è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvacee. È originaria del continente africano, dove è diffusa soprattutto nei Paesi caldi della fascia tropicale. Dalle zone di origine ha poi raggiunto diverse aree del mondo, compresa l’Italia, dove è coltivata soprattutto in Sicilia. È conosciuta anche con il nome di ocra. Il frutto della pianta del gombo è un baccello, ricurvo e con una lunghezza che varia dai 10 ai 30 centimetri, al cui interno sono contenuti numerosi semi. Alla vista somiglia ad una specie di zucchina. Il fusto della pianta viene invece utilizzato nell’industria tessile. La polvere di gombo si ottiene dai frutti, che vengono essiccati e macinati: non semplice da trovare in commercio, occorre rivolgersi a negozi specializzati. In cucina il gombo in polvere viene utilizzato come addensante, mentre i baccelli possono essere impiegati come ingredienti di insalate.

Gombo in polvere, valori nutrizionali

Come gran parte degli ortaggi, il contenuto calorico del gombo in polvere è davvero ridotto e rappresentato soprattutto da carboidrati e in minima parte da proteine. I grassi sono di fatto assenti. Molto buono il profilo vitaminico: contiene soprattutto vitamine A, C, K e quelle del gruppo B. Ricca in sali minerali, come fosforo, magnesio, potassio, calco e zinco, la polvere di gombo possiede anche un buon contenuto di fibre.

Gombo in polvere, benefici e controindicazioni

La ricca presenza di fibre rende il gombo in polvere ideale per la motilità intestinale ed in generale per il benessere dell’apparato digestivo. Il contenuto di sostanze antiossidanti, inoltre, fa di questo prodotto un prezioso alleato contro i radicali liberi ed il precoce invecchiamento cellulare. Possiede proprietà in grado di limitare il livello di zuccheri e di colesterolo nel sangue. È dunque molto indicato nella dieta di diabetici e degli ipercolesterolemici. Non si rilevano particolari controindicazioni al suo consumo.

LEGGI TUTTO
  1. Stufato di montone con polenta di miglio

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963