BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Fettuccine al nero di seppia

Il colore nero dell'inchiostro le rende inconfondibili, il sapore è prelibato e le proprietà benefiche molteplici. Scopriamo le caratteristiche delle fettuccine al nero di seppia Fettuccine al nero di seppia

Una pasta prelibata, benefica e dall’aspetto inconfondibile, parliamo delle fettuccine al nero di seppia. Il cui colore, dovuto all’inchiostro di seppia con cui viene preparata, contribuisce a renderla unica. Può essere condita in molteplici modi, anche con un sugo altrettanto nero se le si vuole conferire un sapore di mare più deciso. Scopriamone caratteristiche, proprietà e usi in cucina.

Fettuccine al nero di seppia, proprietà principali

Da un lato le fettuccine, dall’altro il nero di seppia, un connubio davvero prezioso. Se le fettuccine, da non confondere con le tagliatelle, sono ricche di vitamine e, come altri tipi di pasta, forniscono energia all’organismo, il nero di seppia è noto per le sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Utile anche per proteggere le pareti intestinali e come antibatterico. Fra l’altro è ipocalorico e il suo gusto di mare è decisamente prelibato. Benefico anche per il sistema immunitario. Non meno importante è il colore nero dell’inchiostro di seppia che tinge le fettuccine, conferendo a questa pasta un aspetto raffinato, che conquista la vista ancor prima del palato.

Fettuccine al nero di seppia, valori nutrizionali

Le fettuccine al nero di seppia sono un cibo ad alto valore nutrizionale. Il nero di sappia è ricco di melanina, proteine, minerali, in particolare ferro, e contiene anche enzimi ed aminoacidi, per esempio taurina, dopamina, tirosiasi, acido aspartico, alanina. D’altra parte la pasta favorisce il buonumore ed è ricca di fibre, vitamine, sali minerali e proteine derivanti dall’uovo. Va da sé che insieme rappresentano un autentico concentrato di benessere.

Fettuccine al nero di seppia, usi in cucina

Proteggono dall’azione dei radicali liberi rallentando l’invecchiamento cellulare, per merito del selenio contenuto nella pasta. Sono un piatto antinfiammatorio e antibatterico, grazie alle proprietà del nero di seppia. Le ricette che le vedono protagoniste sono innumerevoli e alcune prevedono l’aggiunta dell’inchiostro di seppia anche nel condimento, per rendere il loro sapore ancora più deciso. Tra i sughi più utilizzati ci sono quelli a base di frutti di mare e pesce, che arricchiscono il piatto di ulteriori benefici, oltre a quelli già presenti. Qualche esempio? Pesto e totanetti, ma anche seppie e zafferano, gamberi e pomodorini, panna e salmone.

LEGGI TUTTO
  1. Fettuccine al nero di seppia con calamari piccanti

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963