BUONISSIMO
Seguici

Come eliminare l'odore di fritto da casa

Ogni tanto capita a tutti di preparare delle belle fritture, il rovescio della medaglia è l'odore persistente di fritto che si diffonde per casa.

Come eliminare l'odore di fritto da casa

Ogni tanto capita a tutti di preparare delle belle fritture, il rovescio della medaglia è l’odore persistente di fritto che si diffonde per casa e che spesso impregna tende, cuscini, persino poltrone e divani. Come fare per evitarlo: evitare di friggere per sempre? Certo che no. Leggi la nostra scheda e scopri trucchi e consigli utili per eliminare l’odore di fritto da casa in modo veloce e naturale.

Come eliminare l’odore di fritto: olio di buona qualità

Una prima regola aurea da seguire è quella di utilizzare per la frittura un olio di buona qualità e che, soprattutto, non sia stato usato in una frittura precedente. Molto spesso il cattivo odore di fritto deriva proprio da oli scadenti, di scarsa qualità e utilizzati e riutilizzati più volte. Insieme a questo piccolo accorgimento, ecco altre dritte da seguire.

Come eliminare l’odore di fritto: mela, aceto, limone e…

Una mela al giorno toglie il medico di torno…ma è utile anche a far sparire l’odore di fritto. Per evitare che si diffonda per tutta la casa, prima di iniziare a friggere buttate una fetta di mela in padella con l’olio e toglietela appena comincerà a dorarsi; se necessario, sostituitela poi con un’altra fetta. Anche l’aceto è un ottimo antidoto naturale al cattivo odore di frittura. Basta mettere a bollire una pentola con acqua e aceto (meglio quello di mele, manco a dirlo) accanto a quella della frittura per neutralizzare la puzza. Altro alimento di largo consumo che può andar bene è il limone. Si può spremere il succo di un limone piccolo, o di mezzo limone grande, per attenuare l’odore di fritto e anche per aromatizzare la stessa frittura, oppure versare nell’olio la stessa scorza del limone: otterrete l’identico risultato. Altri alimenti capaci di tenere sotto controllo l’odore di fritto sono il prezzemolo, di cui si può aggiungere un mazzetto nell’olio in fase di cottura, oppure i chiodi di garofano, che possono essere utilizzati in luogo dell’aceto, rispetto al quale hanno un profumo meno pungente.

Fritti e fritture

Come eliminare l’odore di fritto: le altre precauzioni

Quando si friggono dei cibi, altre precauzioni vanno prese a livello di ambiente. È buona norma, per dire, azionare l’aspiratore posto proprio sopra i fornelli o l’angolo cottura, per aspirare il prima possibile l’odore di fritto. Anche chiudere la porta della cucina può servire a impedire che l’odore possa espandersi in tutta l’abitazione, avendo ovviamente l’accortezza di aprire nel contempo la finestra o il balcone su cui affaccia la cucina stessa. Inoltre, si possono friggere gli alimenti con delle pratiche friggitrici ad aria, che necessitano di meno olio rispetto a quelle tradizionali e che dunque producono meno cattivo odore.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963