BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Germogli di senape

Tra i più usati per la germinazione, i germogli di senape hanno un'azione dexot sull'organismo e consumati a crudo mantengono intatte tutte le loro proprietà. Scopriamo come usarli Germogli di senape

Prima di trasformarsi in salsa, la senape si manifesta in natura come pianta erbacea annuale e appartiene alla famiglia delle Crocifere, la stessa che comprende molte specie di cavoli, broccoli, verza. Dai suoi fiorellini di colore giallo vivo originano i semi che germinando producono i germogli di senape. Essi germogliano spontaneamente quando entrano a contatto con l’acqua, più in generale con un ambiente umido, e godono di un’ottima resistenza nel terreno stimata fino a cinquant’anni. Sono diverse le piante conosciute sotto il nome generico di “senape”, le quali variano in base al colore. In natura ne esistono di diversi tipi come gialla o verde, nera o bianca, e della pianta si consuma solitamente tutto: le foglie, le cime fiorite ma anche i semi che vengono tostati e usati come spezia oppure si lasciano germogliare in attesa che sviluppino radici e fusti sottilissimi di colore viola.

Germogli di senape, proprietà principali

Tra i germogli con foglie questi sono i più speziati. Hanno un sapore rinfrescante e un retrogusto abbastanza pungente, conferito dagli oli rilasciati quando entrano a contatto con sostanze liquide, da ricordare il rafano. Sia i suoi semi che le sue foglie sono commestibili, ideali da mangiare da soli, come contorno, in zuppe minestre e per preparare gustosi panini. Sono indicati per essere lavorati fino a ottenere una crema per accompagnare bruschette e pane tostato. Inoltre, si prestano molto bene abbinati a formaggi freschi e danno quello sprint in più al piatto.

Germogli di senape, valori nutrizionali

I germogli di senape sono costituiti da numerosi nutrienti, possiedono proprietà antiossidanti e sono fonte di vitamine A, C e quelle del gruppo B. Sono fonte di proteine e di amminoacidi oltre che di minerali quali calcio, zinco, fosforo, potassio, ferro e rame.

Germogli di senape, benefici e controindicazioni

I germogli di senape sono un mix perfetto di antiossidanti e per questo sarebbe preferibile consumarli a crudo. Annoverano alti valori nutrizionali, in particolare proteici, caratteristica li rende appetibili per le diete degli sportivi. Facilmente digeribili, apportano un notevole quantitativo di fibre, sono ricchi di sali minerali e clorofilla e come i cavoli rossi hanno un effetto positivo sul sistema immunitario. Una sorta di “erba medica” che, insieme a trifogli e ravanelli, protegge l’organismo grazie a un’azione
disintossicante per il fegato.

LEGGI TUTTO
  1. Maguro butsu
  2. Kajiki no tataki

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963