BUONISSIMO
Seguici

Ricette con Acquavite di mele

Si tratta di un distillato delicato e dal profumo unico: l'acquavite di mele è utilizzata anche per aromatizzare dolci e come ottimo fine pasto. Acquavite di mele

Acquavite di mele, caratteristiche principali

L’acquavite di mele deriva dalla macerazione dei frutti migliori e dalla successiva distillazione in alambicco discontinuo con procedimento tradizionale a bagnomaria. Il sapore del frutto, tipicamente acidulo, consente di ottenere un prodotto morbido e delicato che diventa perfetto come fine pasto. Il suo profumo è armonico, gradevole e presenta una buona persistenza nonostante si tratti di un distillato particolarmente leggero. Per queste caratteristiche, è usata anche per insaporire i dolci, come ad esempio lo strudel. Si realizza con mele scelte che non devono essere troppo dolci e nemmeno troppo mature. La frutta raccolta viene poi macinata e fatta macerare per alcuni giorni. Solo così si può ottenere un prodotto di elevata qualità, cristallino e perfetto per ogni ricetta di cui diventa protagonista.

Acquavite di mele, valori nutrizionali

L’apporto energetico fornito dall’acquavite di mele è di 92 kcal per 100 mL di distillato. I carboidrati, contenuti sotto forma di zuccheri, arrivano a raggiungere il valore di 19 grammi mentre sono assenti gli altri principi nutritivi. Queste cifre cambiano molto nel caso di grappa bianca o affinata in botte, che risulta più calorica.

Acquavite di mele, benefici e controindicazioni

I benefici legati al consumo di acquavite di mele sono quelli che possono essere associati al suo potere digestivo, quando viene consumata alla fine dei pasti. La sua assunzione dev’essere comunque limitata, anche nei soggetti sani, mentre è sconsigliata per chi soffre di determinate patologie, soprattutto diabete e ipertensione arteriosa.

LEGGI TUTTO
  1. Sapphire Kiwi

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963