BUONISSIMO
Seguici

Pizza surgelata: come trasformarla in una pizza buonissima

La pizza surgelata può rappresentare un'ottima soluzione per preparare la cena in pochi minuti: è comoda, non costa tanto, si cucina con facilità

Pizza surgelata: come trasformarla in una pizza buonissima

La pizza surgelata può rappresentare un’ottima soluzione per preparare la cena in pochi minuti: è comoda, non costa tanto, si cucina con facilità. E non è detto che non possa rivelarsi buonissima. Già, magari non come la pizza tradizionale che si gusta in pizzeria: quella è senza dubbio un’altra cosa. Anche la pizza surgelata, però, può trasformarsi in una vera leccornia. Come? Seguendo i nostri consigli. Bastano un pizzico di fantasia, ingredienti semplici e genuini che si trovano in ogni frigo o credenza e il gioco è fatto.

 

1. Pizza surgelata: quale scegliere?

 

La pizza surgelata: fa bene o fa male?

Partiamo anzitutto dalla scelta della nostra pizza surgelata: ce ne sono di vari tipi in commercio e spesso non godono di una buona fama. Sarà vero? Non sempre. Il primo consiglio è quello di acquistare pizze surgelate italiane, di controllare per bene gli ingredienti – meno sono, meglio è – e di accertarsi che siano state precotte in forno a legna. Soprattutto, occhio agli additivi e ai conservanti: se sono troppi, non va bene.

 

2. Che tipo di pizza surgelata comprare?

 

Il suggerimento più scontato, se ci si vuole sbizzarrire nella creazione di una pizza surgelata gustosa e originale, è quella di acquistare una semplice margherita: saranno gli ingredienti tenuti in casa a personalizzarla e a caratterizzarla al meglio. In più, c’è anche una logica di economia da seguire: è ovvio che una pizza surgelata ‘semplice’ costi meno rispetto a una farcita e ricca di ingredienti.

 

3. Come trasformarla in una pizza buonissima?

 

Non ci sono troppi passaggi da seguire per trasformare una anonima margherita surgelata in una vivacissima pizza artigianale: basta affidarsi all’intuito, alla fantasia e a quel che c’è in casa. Qualche idea? Una scatoletta di tonno, ad esempio, con del basilico o della rucola. Oppure della mozzarella o del fiordilatte tagliati a fettine. O ancora dei filetti di alici sott’olio, da accompagnare magari con della ricotta, piuttosto che i classici wurstel e patatine. Ma le possibilità sono potenzialmente infinite: bastano anche delle fettine di prosciutto crudo o di salame per condire in modo originale la nostra margherita. Tutti gli ingredienti addizionali vanno messi sulla pizza ancora congelata: non occorre far altro.

 

4. Come cuocere la pizza surgelata condita?

 

Anche in questo caso, la risposta è semplicissima: per i minuti che sono indicati nella confezione. Quasi Tutti gli ingredienti aggiunti alla nostra pizza, infatti, sono gustabili anche a crudo e possono cuocere a volontà. L’importante è regolare bene il forno, seguendo pedissequamente le indicazioni anche in riferimento al fatto se il forno sia già caldo oppure no.

 

5. E infine un piccolo segreto…

 

Vogliamo rendere la nostra pizza surgelata quanto più simile possibile a una vera pizza napoletana? Proviamo a spennellarla con un filo d’olio e con un po’ d’acqua: servirà ad ammorbidirla e a renderla più soffice, quasi quanto quelle gustate in pizzeria.

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963