BUONISSIMO
Seguici

I formaggi nelle abitudini alimentari: ecco perché e come

Sapevi che, nelle giuste quantità, il formaggio può contribuire al benessere del tuo organismo? Scopri tutte le proprietà e come consumarlo correttamente I formaggi nelle abitudini alimentari: ecco perché e come

Il latte e i formaggi sono alimenti che ci possono accompagnare in ogni fase della vita.

Con il loro gusto e le loro caratteristiche nutrizionali, sono alimenti adatti per grandi e piccini. D’altronde, le sane abitudini alimentari sono fondamentali per il nostro corpo: fin dalla tenera età occorre fare attenzione agli alimenti, che contribuiscono al corretto sviluppo dell’organismo e al benessere psico-fisico.

Quindi, fin da bambini è importante seguire un’alimentazione costituita da tutti i gruppi nutrizionali nelle giuste quantità, senza dimenticare l’apporto che possono fornire il latte e i formaggi.

Le proprietà di latte e formaggi

Gli elementi nutrizionali del latte, la cui formula è ricca di proprietà, sono presenti anche nei formaggi, anche se in proporzioni differenti. Latte e derivati contengono importanti quantità di Calcio, in una forma che permette al corpo di usarlo in modo immediato ed efficace per l’organismo.

Consumare i formaggi a colazione: cosa scegliere e perché

I formaggi non sono tutti uguali: l’apporto calorico dipende dal livello di stagionatura. Occorre, quindi, consumare le giuste quantità. Per i bambini, si consiglia una porzione di formaggio fresco tra 50 e 70 grammi, mentre per i formaggi stagionati si va dai 28 ai 35 grammi.

Il latte e i suoi derivati sono ottimi per la colazione, il pasto iniziale della giornata, che fornisce energia immediata al corpo che si risveglia dopo ore di digiuno notturno. Si può consumare una porzione di latte o uno yogurt bianco, con cereali o prodotti da forno integrali e un frutto. Se invece si preferisce una colazione salata, allora va bene la ricotta fresca e il pane integrale.

Il formaggio: perfetto anche per merenda

Anche la merenda è fondamentale, perché evita di farci arrivare a pranzo o cena troppo affamati e ciò porterebbe a mangiare in modo più compulsivo. La merenda e lo spuntino a metà mattina dovrebbero costituire il 5% dell’apporto calorico giornaliero, il pranzo dovrebbe fornire il 35-40%, infine la cena dovrebbe corrispondere al 30-35% delle calorie totali consumate in un giorno.

Ti piacciono i formaggi? Occhio alla quantità

A differenza del latte e dello yogurt, per il formaggio non bisogna esagerare: massimo 2 o 3 porzioni a settimana nelle giuste porzioni che, come detto, sono diverse tra fresco e stagionato.

Latte nelle scuole: educazione alimentare per i bambini della scuola primaria

Imparare a consumare anche i formaggi nell’ambito di una dieta equilibrata e variata, è uno degli obiettivi del Programma Latte nelle scuole, finanziato dall’Unione europea e realizzato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, destinato agli alunni delle scuole primarie.

Per sensibilizzare bambini, famiglie e insegnanti vengono distribuiti gratuitamente nelle scuole latte, yogurt e formaggi di diverse tipologie. Gli alunni possono, così, conoscere, gustare e imparare ad inserire nella dieta questi preziosi alimenti, conservando l’abitudine per tutta la vita.

LEGGI TUTTO
  1. Tarte flambée alsaziana
  2. Cheesecake cotta ai frutti di bosco

Le ricette del giorno

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963